Alleati in Provincia, avversari in Regione. Livio e Bongiasca in corsa per la Lombardia
Elezioni 2017, Politica

Alleati in Provincia, avversari in Regione. Livio e Bongiasca in corsa per la Lombardia

Seduti allo stesso tavolo a Villa Saporiti. Avversari tra pochi giorni nella campagna elettorale per le Regionali.
Il presidente e il vicepresidente della Provincia di Como si apprestano a sciogliere il proprio legame politico.
Dopo tre anni di lavoro fianco a fianco e due elezioni vissute sotto le stesse insegne, Maria Rita Livio e Fiorenzo Bongiasca scelgono strade diverse. O meglio: tentano di raggiungere entrambi la medesima destinazione – un seggio al Pirellone – imboccando cammini opposti.
La prima sarà una delle candidate di punta del Partito Democratico. Il secondo dovrebbe invece correre con i centristi di Maurizio Lupi e Raffaele Cattaneo, nella coalizione che appoggia il leghista Attilio Fontana.
Il sindaco di Gravedona ed Uniti, in realtà, non ha ancora ufficializzato la propria scelta. Ma il suo nome circola ormai con molta insistenza e viene dato praticamente per sicuro. La presidente Livio, invece, è stata indicata dalla base del Pd come una delle candidate di punta della lista per le regionali e sarà sicuramente della partita.
Se dovessero essere eletti, sia Livio sia Bongiasca dovrebbero dimettersi dalla Provincia. Il sindaco di Gravedona dovrebbe lasciare anche il Comune, dove verrebbe sostituito dal vicesindaco, Cesare Soldarelli, esponente peraltro del Pd.
Tutti i partiti sono in fibrillazione in vista della presentazione delle liste. La scadenza è fissata alla fine di gennaio, i giochi non sembrano ancora fatti.
Nel Partito Democratico viene avanti con una certa forza la candidatura del segretario provinciale, Angelo Orsenigo, sul cui nome sembra puntare l’ala maggioritaria che fa capo all’uscente Luca Gaffuri. Altri nomi sicuri, oltre a Rita Livio, sono Alberto Gaffuri, sindaco di Albese con Cassano e Savina Marelli, già vicesindaco a Mariano e assessore a Como con Mario Lucini, nonché leader della corrente orlandiana sul Lario. Nei prossimi giorni il Pd concluderà il giro di consultazioni degli iscritti e sceglierà gli ultimi due candidati da inserire nella sestina per le Regionali.
In casa Lega è certo l’addio di Dario Bianchi, consigliere uscente eletto per due mandati consecutivi al Pirellone. Il Carroccio punterà sul proprio segretario provinciale, Fabrizio Turba, sindaco di Canzo. In lista anche Giovanni Rusconi, già sindaco di Lomazzo e Gigliola Spelzini , segretaria del partito nella circoscrizione del Lago. Non è da escludere che uno dei consiglieri comunali eletti nel capoluogo possa entrare nel sestetto di candidati del Carroccio. Ma al momento non ci sono conferme.
Chi si trova in un limbo politicamente rischioso è invece Daniela Maroni, consigliera uscente eletta nel 2013 nella lista civica del governatore Roberto Maroni, il quale com’è noto ha deciso di non sollecitare agli elettori un secondo mandato. Daniela Maroni avrebbe dato la sua disponibilità a correre con la civica di Fontana, una compagine che però potrebbe presentarsi soltanto nelle province pedemontane. «Non c’è nulla di definitivo – ha detto ieri la consigliera Maroni al Corriere – resto a disposizione e ringrazio tutti per il sostegno che mi hanno dato».
Da. C.

13 gennaio 2018

Info Autore

Redazione Corriere di Como

Redazione Corriere di Como redazione@corrierecomo.it


Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Archivio
novembre: 2018
L M M G V S D
« Ott    
 1234
567891011
12131415161718
19202122232425
2627282930  
Numeri utili
NUMERO UNICO DI EMERGENZA
numero 112 lampeggianti
farmacia Farmacie di turno farmacia

ospedale   Ospedali   ospedale

trasporti   Trasporti   trasporti
Colophon

Editoriale S.r.l. (in liquidaz.)
Via Sant’Abbondio 4 – 22100 Como
Tel: 031.33.77.88
Fax: 031.33.77.823
Info:redazione@corrierecomo.it

Corriere di Como
Registrazione Tribunale di Como n. 26/97
ROC 5370

Direttore responsabile: Mario Rapisarda

Font Resize
Contrasto