Butti: “Emergenza maltempo: mezzi pubblici gratis”. L’assessore Gerosa: “Non si può fare”

1a-codecittàLa proposta del consigliere di Fratelli d’Italia

Marco Butti, consigliere di Fratelli d’Italia scrive al sindaco di Como Mario Lucini e all’assessore Daniela Gerosa affinché in questi giorni di maltempo si possa viaggiare gratuitamente sui mezzi pubblici. “Gentili sindaco e assessore – scrive Butti – stante l’emergenza viabilistica con la totale paralisi di tutte le arterie viabilistiche di accesso al capoluogo (Napoleona, Bellinzona, Borgovico, Oltrecolle, san fermo e Rienza, Torno) alla causa della straordinaria ondata di maltempo, con la presente desidero avanzarvi la proposta di intervenire con tutte le società che gestiscono il trasporto pubblico, al fine di garantire l’utilizzo gratuito su tutti i mezzi che portano nel capoluogo.

Trattandosi di una vera e propria emergenza credo doveroso che, fino alla fine dell’emergenza, le varie società a partecipazione pubblica, sia quelle che vedono la presenza del Comune, sia le altre (es Trenord) si facciano carico di un supporto alla cittadinanza. Spero che questa proposta possa essee presa in debita considerazione”.

Nella serata di lunedì è arrivata la risposta di Daniela Gerosa, assessore alla Mobilità: “L’ipotesi di introdurre la gratuità sui mezzi di trasporto pubblico non pare la strada giusta. Concordiamo sulla necessità di usare il più possibile i mezzi pubblici, specialmente di fronte al traffico congestionato, ma adesso anche il trasporto pubblico è sotto pressione e la gratuità, paradossalmente, rischierebbe di peggiorare il servizio dimensionato sull’utenza “normale”. Servirebbe un potenziamento temporaneo sulle tratte in maggiore sofferenza ed è questa la direzione in cui ci stiamo muovendo in collaborazione con le aziende di trasporto pubblico”.  

 

Articoli correlati

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.