Cronaca

Altolago e Valle Intelvi, ecco i bus sicuri. Sono turchi

alt

Trasporto e sicurezza
I veicoli, costruiti dalla Otokar, sono già sulle strade della provincia lariana

Sei nuovi autobus in Altolago e in Valle Intelvi.
Tre sono già in servizio, gli altri lo saranno dal prossimo mese di gennaio. È questa la risposta di Asf Autolinee all’incidente dello scorso 21 settembre, quando una ragazza di 11 anni, a causa del malfunzionamento di una portiera del bus in servizio tra Lanzo e San Fedele, cadde dal mezzo ferendosi, fortunatamente, in maniera abbastanza lieve.
Un episodio che si scoprì non essere però un caso isolato. In passato, infatti, vennero

segnalati altri incidenti simili. E così, ieri mattina, nella sede di Asf, è stato presentato questo nuovo investimento.
Nello specifico, si tratta di tre veicoli (marca Otokar, una fabbrica turca) acquistati per sostituire quelli vecchi. Verranno impiegati sulle linee C17 e C18 (Dongo-Garzeno e Dongo-Livo): C20 e C21 (Como-Argegno-Lanzo e Argegno-San Fedele-Casasco); C22, C23 e C24 (San Fedele-Porlezza, San Fedele-Ponna e San Fedele- Pigra). «In tempi molto rapidi siamo riusciti a procedere con l’acquisto dei primi tre autobus, mettendoli in servizio nelle zone previste – ha detto Annarita Polacchini, amministratore delegato di Asf Autolinee – Abbiamo sostituito i bus vecchi che avevamo in servizio nella valli. Là dove è accaduto l’incidente dello scorso settembre». Diverse, rispetto al passato, le caratteristiche dei nuovi veicoli. Gli autobus hanno una lunghezza di 7,70 metri e una capienza – 39 posti, 6 dei quali in piedi – superiore a quella dei veicoli sostituiti. Sono stati selezionati perché funzionali a garantire il massimo comfort di viaggio in considerazione del territorio sul quale si dovranno muovere. Inoltre, un meccanismo di sicurezza impedisce il movimento del mezzo se non con le porte completamente chiuse, a eccezione dei casi in cui viene azionata l’apertura d’emergenza.
«La maggiore capienza dei mezzi ci consente anche di far fronte a un problema di affollamento delle corse scolastiche nella zona dell’Altolago che si era manifestato a settembre – aggiunge Annarita Polacchini – Ora l’obiettivo è immatricolare i restanti tre bus e, compatibilmente con le procedure, vederli sulle strade già a gennaio». L’operazione ha richiesto un investimento totale di 650mila euro.
A gennaio entreranno in servizio altri due Otokar di 9,2 metri di lunghezza e 47 posti (12 dei quali in piedi), destinati presumibilmente a Menaggio (linea C30) e un Iveco Daily di 7,3 metri di lunghezza e 22 posti, adatto al servizio nella zona di Ramponio Verna e di Blessagno per via delle minori dimensioni.
Con l’acquisto dei sei nuovi mezzi, tutti Euro 5, l’anzianità media della flotta di Asf Autolinee si assesta sui 9 anni.

Fabrizio Barabesi

Nella foto:
Uno dei nuovi autobus che Asf Autolinee ha acquistato in particolare per le tratte della Valle Intelvi (foto Mattia Vacca)
20 Novembre 2013

Info Autore

Redazione

Redazione Corriere di Como redazione@corrierecomo.it


Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Archivio
Dicembre: 2018
L M M G V S D
« Nov    
 12
3456789
10111213141516
17181920212223
24252627282930
31  
Numeri utili
NUMERO UNICO DI EMERGENZA
numero 112 lampeggianti
farmacia Farmacie di turno farmacia

ospedale   Ospedali   ospedale

trasporti   Trasporti   trasporti
Colophon

Editoriale S.r.l.
Via Sant’Abbondio 4 – 22100 Como
Tel: 031.33.77.88
Fax: 031.33.77.823
Info:redazione@corrierecomo.it

Corriere di Como
Registrazione Tribunale di Como n. 26/97
ROC 5370

Direttore responsabile: Mario Rapisarda

Font Resize
Contrasto