L’automobilismo lariano piange Sergio Barelli

Sergio Barelli

L’improvvisa scomparsa a 64 anni
Un personaggio fondamentale per la crescita delle gare motoristiche del Lario
Un grave lutto per l’automobilismo comasco. L’altra sera è scomparso improvvisamente Sergio Barelli. Per anni prezioso collaboratore dell’Aci di Como, Barelli, 64 anni, ha curato la logistica e gli aspetti organizzativi del rally proprio negli anni in cui la corsa è cresciuta, fino al passaggio nelle più importanti serie nazionali.
Un lavoro, il suo, nell’ombra, senza clamori, ma che ha lasciato una traccia importante e ha contribuito in maniera fondamentale a raggiungere gli alti livelli a cui la corsa è arrivata.
Da sempre appassionato di motori, Barelli aveva iniziato la sua carriera operativa all’inizio degli anni ’80 a fianco del promoter Enrico Manzoni. Poi ha collaborato con la Federazione dell’automobilismo sportivo, la Csai, come osservatore nelle gare in tutta Italia ed è stato tra i fondatori della scuderia Val Senagra Corse di Grandola, il paese di cui era originario. Ha dato anche un importante impulso alla rinascita dei rally nel territorio lecchese.
Il funerale si svolgerà, domani mattina alle 10 a Naggio, la frazione di Grandola in cui ha sempre abitato.
«Ho mille ricordi con Sergio Barelli – dice un commosso Enrico Manzoni – che ha iniziato proprio al mio fianco a lavorare nei rally. Ricordo le nottate passate con me e con mia moglie in mezzo a mille carte a cercare di risolvere problemi o di venire a capo di situazioni difficili. Sergio è stato un innovatore. Oggi lo ricordo con affetto ed emozione».
«I rally in provincia di Como – dice Marco Asnaghi, presidente della Val Senagra Corse – grazie a Barelli, alle sue competenza, capacità e dedizione hanno avuto un’ascesa senza precedenti. Ricorderemo il suo senso di correttezza ed onestà nei confronti di chi gli si appoggiava, per chiedergli un consiglio, un parere, un giudizio».

Massimo Moscardi

Nella foto:
Sergio Barelli, scomparso l’altra sera improvvisamente a 64 anni

Articoli correlati

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.