Americhe in Vespa, il sogno di Lavarra

© | . .

© | . .

© | . .

© | . .

© | . .

© | . .

Una straordinaria esperienza di viaggio, quella che Ilario Lavarra ha raccontato sabato sera a soci e amici del “Vespa Club Cantù” nella sala parrocchiale di Mirabello a Cantù. E che ha affidato al suo libro 21 Americhe (edizioni Ultra, 2016) dove racconta un sogno diventato realtà: un viaggio di 82.000km con una Vespa di 40 anni lungo il continente americano. Una laurea in Economia, poi quattro anni di lavoro e risparmi con un obiettivo preciso. Lavarra, classe 1982, ha attraversato le Americhe da Nord a Sud e ritorno in sella alla sua Vespa, soprannominata per l’occasione “Amerigo Vespuccia”. Ci ha messo 18 mesi, dall’Alaska alla Terra del Fuoco, per poi risalire a New York. Compagni di viaggio ed enormi fonti di ispirazione i grandi miti letterari del passato: Jack London che racconta lo Yukon, Jack Kerouac e la sua San Francisco, e poi ancora i Caraibi di Hemingway e la Patagonia di Chatwin. Lavarra percorre tutte le strade secondarie e si mette in gioco nelle situazioni più improbabili. Talvolta divertenti e buffe, altre più difficili da risolvere, ma non si perde mai d’animo, tra momenti di freddo, fame, la Vespa da sistemare e incontri indimenticabili. La sua energia e la curiosità lo spingono a compiere quello che si era prefissato: attraversare 21 Paesi e tornare in Italia con la sua amatissima Vespa. Un mito italiano che non teme alcun tipo di sfida. Il sito di Lavarra è www.vespanda.com.

Articoli correlati