Ancora fughe di monossido: in ospedale tre adulti e due bambini piccoli

Due episodi nella notte a Erba. Una 56enne è stata trasportata al Niguarda di Milano. Il gas fuiriuscito da un boiler e da un grill

Altre cinque persone, in due diversi episodi, sono state ricoverate in ospedale nella notte per fughe di monossido. La più grave è una donna di 56 anni, che si è sentita male nel suo appartamento di Erba in via Garibaldi. Possibile che il gas killer si sia sviluppato dal boiler della casa. La signora è stata trasportata prima al Fatebenefratelli di Erba, poi al Niguarda di Milano.

 Pochi minuti dopo, all’una di notte e sempre ad Erba, ad accusare problemi è stata una famiglia di marocchini: padre (48 anni), madre (43 anni) e i due figli di 8 e 3 anni, hanno accusato malesseri riconducibili al monossido forse in seguito a un grill a carbonella rimasto acceso. Tutti sono stati trasportati in osservazione all’ospedale di Erba. Sul posto sono giunti i vigili del fuoco, i tecnici dell’Asl e i carabinieri. Solo 24 ore prima, a Lurago d’Erba, un’altra famiglia di stranieri (cinque persone) si era sentita male sempre per le esalazioni di monossido: siamo dunque a dieci ricoveri in ospedale in appena due giorni.

Articoli correlati

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.