Ancora in prognosi riservata il 67enne ferito a Tavernerio

Tavernerio: il punto dell'aggressione

Sono ancora gravi le condizioni del 67enne colpito mercoledì durante una lite in strada a Tavernerio. L’uomo è ricoverato all’ospedale Sant’Anna di San Fermo, in rianimazione per un trauma cranico.
La prognosi è tuttora riservata. Le indagini sono state coordinate dai carabinieri della compagnia di Como e della stazione di Albate. Il 17enne che avrebbe sferrato un pugno al pensionato facendolo cadere a terra è indagato a piede libero con l’accusa di tentato omicidio.
Per l’indagine a suo carico è stato attivato il tribunale dei minori di Milano. Il ragazzo, dopo essersi costituito si sarebbe scusato ma avrebbe anche provato a dire di essere stato provocato. Indagato anche il padre del giovane, che avrebbe provato ad assumersi la responsabilità di quanto accaduto e avrebbe minacciato i testimoni perché non raccontassero la verità sul coinvolgimento del figlio. La lite tra il 17enne e il padre da una parte e dall’altra il 67enne e la figlia 28enne è scoppiata dopo che il cane del ragazzo è sbucato in strada all’improvviso, costringendo la ragazza che arrivava in auto a frenare di colpo per non investirlo. È nata una discussione poi degenerata e nella lite il pensionato è stato colpito.

Articoli correlati

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.