Ancora pochi giorni per Monet

alt

Un percorso espositivo innovativo con l’ausilio multimediale

Una festa per i sensi, la mostra alle Scuderie del Castello Visconteo di Pavia “Monet, au coeur de la vie”: il visitatore utilizza, oltre agli occhi, anche le orecchie e il naso per vivere un’esperienza che, secondo gli ideatori, «scandaglia l’anima». La mostra ha registrato finora accessi record. Merito anche dell’approccio multimediale con cui i capolavori dell’Impressionismo sono proposti e che comprende con la logica della “full immersion” installazioni, contenuti video ma anche documenti

d’epoca come lettere manoscritte dall’artista e persino profumi che contribuiscono a creare l’atmosfera. Sei personaggi fondamentali nella vita dell’artista guidano il visitatore alla scoperta non solo delle opere, ma soprattutto dell’uomo Monet. Il biglietto della mostra – il riferimento è alla tariffa intera – costa 15 euro e comprende l’audioguida e la web app, oltre all’ingresso alla quadreria dell’Ottocento e alla Collezione Morone dei Musei Civici del Castello Visconteo. Un’aula didattica consente la partecipazione a laboratori e attività creative. Attorno al Castello e alle Scuderie è stato costruito il percorso “Monet in città”, un itinerario alla scoperta di luoghi quali l’orto botanico del ’700, la Basilica di San Michele, la Biblioteca civica Bonetta, i giardini Malaspina, il Ponte Vecchio sul fiume Ticino e la stazione. La mostra è aperta fino al 2 febbraio. Grazie alla speciale promozione, tutti i gruppi (minimo 15 persone) di adulti e tutte le scuole di ogni ordine e grado potranno avere in omaggio la visita guidata. Orario: dal martedì al venerdì, 9-19; sabato, domenica e festivi, 9-20.

Nella foto:
Due scorci della mostra su Monet che rimarrà aperta fino al 2 febbraio a Pavia (fotoservizio Mv)

Articoli correlati

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.