Andrea Manfredi, scomparso nell’incidente aereo in Indonesia, nel 2010 aveva vinto sul Ghisallo

Andrea Manfredi Ghisallo (foto Centro spirituale ciclismo)

Aveva vinto la gara Cabiate-Ghisallo nell’ambito della Giornata nazionale della bicicletta nel 2018. C’è anche un ricordo legato al Comasco – di fatto uno dei suoi successi importanti – legato ad Andrea Manfredi, l’ex ciclista scomparso nell’incidente aereo in Indonesia. Nella caduta del Boeinf della Lion Air hanno perso la vita 189 persone.

Il Centro spirituale del ciclismo di Sesto Fiorentino, che in precedenza lo aveva premiato, qual giorno aveva riportato la cronaca della gara, con una bella foto dell’arrivo. Ecco la cronaca dal sito castellinacentropritualeciclismo.it.

Andrea Manfredi, 18 anni, toscano del Team Ambra-Cavallini-Vangi, con le lacrime agli occhi e le braccia alzate verso il cielo per dedicare questa sua ottava vittoria stagionale a Emilio Puccetti, suo direttore sportivo prematuramente scomparso nei giorni scorsi a causa di un male incurabile, taglia vittorioso il traguardo del “Trofeo Gr. Uff. Cav. Renato Conti ed Ezio Bellotta a.m.” organizzato dall’UC Cabiatese con partenza da Cabiate ed arrivo sulla vetta della Madonna del Ghisallo, salita scalata dalla parte più dura cio’è, provenendo da Bellagio per i 160 corridori che hanno preso il via per pedalare su di un circuito locale di circa 7 chilometri, ripetuto sei volte prima di puntare verso il Lago di Como in località Bellagio da dove inizia la scalata alla Madonna del Ghisallo.

Ed è proprio sulle rampe del Colle tanto caro ai ciclisti che si scatena la battaglia tra i corridori più forti in gruppo che si contenderanno la vittoria proprio “pestando” sui pedali nelle ultime decine di metri della salita dove il toscano Andrea Manfredi replica la vittoria ottenuta poco prima dal suo corregionale Umberto Orsini tra gli allievi, staccando di ruota l’ex europeo Luca Wackermann, (Biringhello), battuto si ma che conferma il suo splendido stato di forma attuale.

 

Articoli correlati

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.