Anna Eleonora Giorgi, regina della marcia

Anna Eleonora Giorgi

«Ora l’obiettivo è salire sul podio ai prossimi Campionati Europei». Lo pensa e lo dice apertamente Eleonora Anna Giorgi, atleta lariana di Cabiate che sta vivendo una stagione da assoluta protagonista nella marcia tanto da essere entrata di diritto nel gotha mondiale della disciplina.
I suoi ultimi risultati sono lì a confermarlo: dal 5° posto in Coppa del Mondo con tanto di record italiano (1h 27’05”) fino al più recente 3° al 28° Gran Premio Cantones de La Coruna, in Spagna.

Senza dimenticare la migliore prestazione mondiale di sempre sui 5mila metri. La comasca a Misterbianco, in Sicilia, nei Campionati di società, ha fermato il cronometro sul tempo di 20’01’’80.
Le parole della lariana
«Risultati a cui tenevo tantissimo – dice la 25enne – In Coppa del Mondo sono arrivata dietro tre russe e una cinese, quarta in assoluto tra gli europei. Ma, sono sincera, mi ha gratificato molto il record italiano, ad avvalorare una delle migliori prestazioni nazionali di sempre. Un risultato che mi ha fatto entrare un po’ nella storia italiana di questa disciplina accanto a nomi prestigiosi. A La Coruna, sono sincera, più che al tempo, come mi aveva chiesto anche il mio tecnico Giovanni Torricelli, volevo salire sul podio e fare esperienza in vista degli Europei».
Europei nel mirino
Missione compiuta. Ora la testa di Eleonora è tutta rivolta alla preparazione dei 20 chilometri di marcia. In palio, a Zurigo il 14 agosto, il titolo europeo. «Inutile negarlo, è l’obiettivo stagionale e il sogno è una medaglia – spiega Eleonora – Per questo mi voglio preparare il meglio possibile. Spero di presentarmi in Svizzera sulla scia di questa prima parte di stagione molto positiva e quindi in gran forma».
La preparazione
«Dal 16 giugno mi allenerò per due settimane a Livigno poi a luglio salirò a Vipiteno per continuare la preparazione – spiega ancora Anna Eleonora Giorgi – Nel frattempo a Rovereto gareggerò anche per i campionati italiani, ulteriore tappa di avvicinamento alla competizione di Zurigo».
La gara in Svizzera
Un’appuntamento speciale per Eleonora Giorgi visto che correrà vicino? a casa. «È vero e cercherò di sfruttare il fatto di gareggiare davanti a tante persone che saranno lì’ per me – sorride l’atleta delle Fiamme Azzurre – visto che verranno a vedermi i miei genitori e tanti amici».
Avversari da battere? «Le russe sicuramente che però ora vedo più vicine mentre per il momento sono sempre riuscita a tenere dietro le temibili spagnole e portoghesi che mi hanno battuta spesso negli anni precedenti. Speriamo bene, io ho fiducia».
Crescita costante
Negli ultimi due anni Giorgi è cresciuta molto e sembra essere entrata nel momento culminante della sua carriera che già l’ha vista protagonista nel 2012 alle Olimpiadi di Londra (dove si classificò 14ª) e nel 2013 ai Mondiali di Mosca (chiusi al 10° posto).
«Rispetto ad allora però ora mi sento più sicura, soprattutto da quando con il mio allenatore abbiamo cambiato programma di allenamenti» dice.
Fiducia e sicurezza sono due armi importanti in una disciplina dove oltre alle gambe e alla condizione fisica conta molto la testa. «Assolutamente sì, nella marcia non si può improvvisare nulla, ma oltre ad avere una base atletica ben preparata devi allenare anche la componente psicologica, che ti deve sostenere soprattutto nei momenti difficili della corsa. Perché 20 chilometri di marcia non sono una passeggiata ma mi diverto e mi piace molto del resto sono una a cui piacciono le sfide».
Non solo atletica
Il prossimo obiettivo agonistico è lanciato e, come detto, punta diritto verso la vicina Svizzera. Ma prima Anna Eleonora ha un appuntamento importante: «Zurigo è nei miei pensieri, ma prima, però, devo concentrarmi sugli ultimi esami universitari per la laurea Magistrale (la Giorgi è già laureata in Economia Aziendale e management ndr) per poi dedicarmi anima e corpo alla preparazione degli Europei».

Andrea Piccinelli

Nella foto:
foto tratta dal suo profilo Facebook, una bella immagine scattata a Livigno, dove rifinirà la preparazione per i prossimi Europei

Articoli correlati

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.