>ANSA-IL-PUNTO/COVID: Fvg resta gialla.

Da inizio pandemia in Fvg positivi complessivamente 71.575

(ANSA) – TRIESTE, 12 FEB – Oggi in Friuli Venezia Giulia su 4.849 tamponi molecolari sono stati rilevati 186 nuovi contagi con una percentuale di positività del 3,83%. Sono inoltre 1.789 i test rapidi antigenici realizzati, dai quali sono stati rilevati 104 casi (5,81%). I decessi registrati sono 11, a cui si aggiunge una morte pregressa afferente al mese di gennaio; i ricoveri nelle terapie intensive scendono a 64 e a 440 quelli negli altri reparti. Lo comunica il vicegovernatore con delega alla Salute, Riccardo Riccardi. I decessi complessivamente ammontano a 2.671, con la seguente suddivisione territoriale: 600 a Trieste, 1.330 a Udine, 569 a Pordenone e 172 a Gorizia. I totalmente guariti sono 56.956, i clinicamente guariti salgono a 1.763, calano le persone in isolamento che oggi risultano essere 9.681. Dall’inizio della pandemia in Friuli Venezia Giulia sono risultate positive complessivamente 71.575 persone con la seguente suddivisione territoriale: 14.103 a Trieste, 31.928 a Udine, 16.162 a Pordenone, 8.529 a Gorizia e 853 da fuori regione. Nel dettaglio dei dati odierni sul Covid-19 in Friuli Venezia Giulia, nel settore delle residenze per anziani è stato rilevato un caso di positività tra le persone ospitate nelle strutture regionali, mentre gli operatori sanitari risultati contagiati all’interno delle stesse strutture sono in totale 4. Sul fronte del Sistema sanitario regionale da registrare nell’Azienda sanitaria universitaria Friuli Centrale le positività al Covid di un’ostetrica, due infermieri e un operatore socio sanitario. Secondo i risultati dell’Instant Report Covid-19 dell’Alta Scuola di Economia e Management dei Sistemi Sanitari dell’Università Cattolica, il Fvg all’8 febbraio mostrerebbe un indicatore tra i più alti in Italia nel rapporto tra vaccinazioni effettuate e punti vaccinali (13.939). C’è poi un coté giudiziario nazionale che ha addentellati anche in Fvg: Le autorità sanitarie del Fvg hanno ritirato "in via prudenziale" le mascherine in giacenza che fanno parte della fornitura di dispositivi individuali oggetto di un procedimento della magistratura su maxicommesse da 72 milioni di euro per l’acquisto di 801 milioni di mascherine dalla Cina durante la prima ondata della pandemia Covid. (ANSA).

Articoli correlati

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.