>ANSA-IL PUNTO/COVID:Fvg, Fedriga ‘rosso scuro’ non ci sarà

Cala percentuale di positività su tamponi molecolari e ricoveri

(ANSA) – TRIESTE, 26 GEN – Il Friuli Venezia Giulia a rischio ‘rosso scuro’ nella mappa del contagio dell’Ue "mi sembra una cosa molto aleatoria, che non accadrà. Già i dati di questa settimana mostreranno che saremo sotto i famosi 500 per 100 mila abitanti". Lo ha affermato il presidente del Friuli Venezia Giulia, Massimiliano Fedriga, a margine di una cerimonia a Trieste. "Questo tipo di parametro, che abbiamo abolito per il calcolo delle nuove zone in Italia, cioè l’incidenza dei contagi su 100 mila abitanti, è sbagliato perché penalizza i territori che fanno più tamponi" e "noi siamo la regione che in proporzione fa più tamponi molecolari, quelli più affidabili secondo i nostri esperti". Per Fedriga va "premiato chi fa un forte lavoro di ricerca del positivo, non penalizzato". Intanto, cala ancora la percentuale di positività sui tamponi molecolari. Oggi, stando ai dati diffusi dalla Regione, in Fvg, su 6.106 tamponi molecolari, sono stati rilevati 242 nuovi contagi con una percentuale di positività del 3,96%. Sono inoltre 2.841 i test rapidi antigenici realizzati, dai quali sono stati rilevati 179 casi (6,30%). I decessi registrati sono 19 ai quali si aggiungono 14 avvenuti prima del 19 gennaio. I ricoveri nelle terapie intensive sono 64 (ieri 62) mentre quelli in altri reparti sono 668 (ieri 686). I decessi complessivamente ammontano a 2.299, i totalmente guariti sono 49.638, i clinicamente guariti salgono a 1.513, mentre scendono le persone in isolamento che oggi risultano essere 10.758. Dall’inizio della pandemia in Friuli Venezia Giulia sono risultate positive complessivamente 64.940 persone. Infine sulla somministrazione dei vaccini, per Fedriga, intervenuto a "Dentro i fatti" su Tgcom24, "siamo decisamente indietro. Penso ci sia un serio problema dell’Unione europea. Quanto danno stiamo facendo a tutti i Paesi europei essendo indietro con i vaccini?". (ANSA).

Articoli correlati

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.