Anticipo del derby Cantù-Milano. Il sindacato di polizia protesta: «Uno spreco di denaro pubblico»

Il 26 dicembre 80 uomini in divisa al Pianella
L’anticipo del derby di basket tra la Bennet Cantù e l’Armani Jeans Milano a Santo Stefano, giorno festivo, non piace al sindacato di polizia Siulp. Il segretario provinciale Paolo Tabbacco in un comunicato stampa evidenzia come in un momento di tagli impiegare circa 80 uomini delle varie forze dell’ordine in un festivo sia uno «spreco di denaro pubblico».
Il contratto delle forze di polizia prevede infatti che il 26 dicembre sia considerata “superfestivo” con indennità doppia rispetto

a un giorno di lavoro feriale.
«Per quale motivo è stata anticipata la data dell’incontro? – si chiede Tabbacco – Potrebbe essere per un fatto legato alla diretta televisiva?». La partita in effetti verrà trasmessa in diretta su La 7.
«Noi comunque eseguiamo un ordine – prosegue – anche sacrificando il “costo umano” di quanti avevano programmato di passare quel giorno festivo con le proprie famiglie. Ma quello che ci domandiamo sia da poliziotti, ma soprattutto da cittadini è: chi paga il superfestivo agli 80 operatori impiegati? Perché noi cittadini dobbiamo pagare le spese di una società privata che per quanto tale ricava utili?». Il massiccio spiegamento di forze per l’incontro è determinato dal rischio di contatti tra le due tifoserie. Cantù e Milano due tra le società più titolate e dal maggiore passato d’Italia sono da sempre “nemiche” sottocanestro e sugli spalti. Il questore di Como potrebbe decidere per un provvedimento restrittivo sull’accesso al Pianella, ma al momento non è stata presa alcuna decisione in merito.

Articoli correlati

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.