Anziana soffoca mentre mangia. Ca' d'Industria chiamata in causa

COME RESPONSABILE CIVILE
Si è aperta ieri mattina l’udienza preliminare per la morte di un’anziana soffocata da un bolo alimentare nell’ora del pasto. Un dramma che avvenne nella struttura “Le Camelie” di Ca’ d’Industria. A processo sono finiti due medici, ovvero il dottor Raffaele Giura – all’epoca dei fatti direttore sanitario della Fondazione Ca’ d’Industria – e il dottor Carlo Guarisco, medico responsabile del reparto della Rsa “Le Camelie”. La Procura per ben due volte aveva chiesto l’archiviazione delle posizioni, ma l’avvocato della famiglia della vittima – Alessandro Figini – si era sempre opposto, ottenendo
infine dal gip Maria Luisa Lo Gatto l’imputazione coatta. Di fronte al giudice Nicoletta Cremona, ieri, si sono costituite due parti civili (i familiari della vittima), che hanno chiesto e ottenuto dal gup la chiamata della Fondazione Ca’ d’Industria come responsabile civile. L’udienza è poi stata rinviata al 27 settembre. I medici sono difesi dagli avvocati Ernesto Lanni ed Emilio Laino (il dottor Giura) e da Annalisa Galliano (il dottor Guarisco). Il decesso della donna risale al 14 novembre 2009.

Mauro Peverelli

Articoli correlati

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.