Anziana uccisa: fermato è un dipendente

Ha confessato

(ANSA) – MILANO, 6 GEN – E’ uno dei dipendenti che lavorava nella cascina, un cittadino bulgaro, l’uomo fermato con l’accusa di omicidio su disposizione del pm di Milano Gianluca Prisco, in relazione all’omicidio dell’anziana Carla Quattri Bossi, 90 anni, trovata morta ieri in una cascina nella periferia sud della città. L’uomo nella notte ha confessato l’omicidio. In più gli uomini della squadra mobile e della polizia scientifica hanno trovato nell’abitazione dell’uomo, monili che appartenevano alla vittima, tracce di sangue, un’impronta di una scarpa compatibile con quelle presenti sulla scena del crimine e i vestiti che avrebbe indossato al momento del delitto, già in lavatrice. Le indagini sono coordinate dal pm Prisco e dal procuratore aggiunto Laura Pedio.

Articoli correlati

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.