Anziana uccisa, fermato non risponde

Legale

(ANSA) – MILANO, 07 GEN – Ha deciso di non rispondere alle domande del gip, nel carcere milanese di San Vittore, Dobrev Damian Borisov, il 22enne di origini bulgare che ha già confessato, davanti agli investigatori della Squadra mobile e al pm Gianluca Prisco, di aver ucciso Carla Quattri Bossi, la 92enne trovata morta domenica mattina con una grossa ferita al cranio nel ‘Podere Ronchetto’, una cascina-agriturismo in via di ristrutturazione alla periferia di Milano. "E’ ancora molto agitato e scosso, pentito e molto dispiaciuto", ha spiegato l’avvocato Angelo Morreale. Il giudice Alessandra Cecchelli nelle prossime ore convaliderà il fermo e disporrà la custodia in carcere per l’uomo, accusato di omicidio e rapina, mentre la difesa sta valutando una richiesta di approfondimenti sullo stato psicologico del giovane, che era stato dato in affido alla famiglia del figlio dell’anziana ed era assistito da uno psicologo. "Ho avuto uno scatto di rabbia", aveva detto al pm.

Articoli correlati

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.