Cronaca

Anziano aggredito dai ladri

altIl colpo nel condominio Mon Reve. I malviventi non hanno esitato a utilizzare un coltello da cucina per minacciare l’89enne comasco

Aggredito nella sua abitazione da quattro sconosciuti. Ladri senza scrupoli che, trovandosi all’improvviso davanti al padrone di casa, non hanno esitato ad impugnare un coltello da cucina per minacciarlo e portare a termine

la loro razzia.
Attimi di terrore per un pensionato di 89 anni residente a Como, in Salita Cappuccini, nel complesso residenziale Mon Reve. L’uomo è entrato nel suo appartamento mentre quattro malviventi lo stavano svaligiando e si è trovato faccia a faccia con i ladri. Dopo aver minacciato l’anziano, la banda è riuscita a fuggire con un bottino di alcune migliaia di euro tra soldi, gioielli e oggetti preziosi.
Il furto che si è trasformato in rapina risale a giovedì scorso, anche se solo ieri è trapelata la notizia. L’89enne era andato a pranzo da alcuni familiari che risiedono nello stesso condominio. Nel primo pomeriggio, dopo aver mangiato, ha deciso di tornare nel suo appartamento per un momento di riposo. Approfittando probabilmente dell’assenza del proprietario, quattro malviventi si erano introdotti nell’appartamento e stavano facendo razzia di denaro, gioielli e oggetti preziosi.
Rientrato in casa, il pensionato si è subito reso conto che qualcuno si era introdotto nel suo appartamento. Pochi istanti gli sono bastati per capire che gli sconosciuti erano nei locali. E dopo poco l’anziano si è trovato faccia a faccia con i ladri. Senza perdersi d’animo né farsi paralizzare dalla paura, l’89enne ha iniziato a gridare per attirare l’attenzione dei vicini.
I banditi hanno afferrato un coltello da cucina e hanno minacciato l’anziano, che probabilmente è stato anche colpito da uno dei componenti della banda. Poi, i ladri hanno raggiunto la porta d’ingresso e sono fuggiti.
In casa dell’anziano è subito accorsa una nipote, arrivata in pochi istanti sentendo le urla e le grida di aiuto del pensionato. “Buon sangue non mente” si dice e neppure la donna si è fatta intimorire e ha inseguito i malviventi sulle scale del condominio.
La giovane ha proseguito la sua corsa fino al cancello del complesso residenziale, ma purtroppo invano. I ladri sono infatti riusciti a salire a bordo di un’Audi che avevano parcheggiato a poca distanza dal cancello, con la quale sono fuggiti a gran velocità facendo perdere in pochi istanti le loro tracce.
La donna ha dato l’allarme alle forze dell’ordine e nel frattempo è risalita in casa dell’89enne, raggiunto anche da altri familiari e vicini. L’uomo si è accorto di avere un taglio sulla manica del maglione e un livido sul braccio.
Negli attimi concitati dell’aggressione l’uomo è stato dunque con ogni probabilità colpito dai malviventi e ha rischiato quindi anche conseguenze ben più serie. Fortunatamente invece, nonostante lo shock il pensionato è illeso e in buone condizioni di salute.
Ingente il bottino della banda di malviventi. Approfittando dei momenti in cui la casa era vuota, i ladri si sono impossessati di tutti i gioielli, i soldi e gli oggetti di valore, per un ammontare complessivo di alcune migliaia di euro. Nella concitazione e nella fretta di arraffare tutto quanto potesse avere un valore, i malviventi non hanno avuto rispetto neppure per i ricordi di una vita, biglietti, lettere e foto portate via senza alcuno scrupolo.
Sul grave episodio di Salita Cappuccini, che ha suscitato notevole allarme tra i residenti nella zona, indagano ora i carabinieri di Como. I militari hanno raccolto la testimonianza dell’anziano vittima del colpo ma anche dei familiari e vicini che hanno visto i ladri e la vettura utilizzata per scappare. Secondo le prime informazioni, almeno uno dei componenti della banda sembrava straniero, dell’Est Europa, e poteva avere circa 40 anni.
I carabinieri hanno già attivato le ricerche per provare a identificare l’auto dei malviventi e risalire poi all’identità dei componenti della banda che ha agito al Mon Reve.

Anna Campaniello

Nella foto:
Un’immagine del “Condominio giardino Mon Reve” in via Salita Cappuccini a Como. Per accedere alle numerose residenze del complesso si deve varcare un cancello sorvegliato dalla portineria (Fkd)
3 marzo 2013

Info Autore

Redazione

Redazione Corriere di Como redazione@corrierecomo.it


Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Archivio
novembre: 2018
L M M G V S D
« Ott    
 1234
567891011
12131415161718
19202122232425
2627282930  
Numeri utili
NUMERO UNICO DI EMERGENZA
numero 112 lampeggianti
farmacia Farmacie di turno farmacia

ospedale   Ospedali   ospedale

trasporti   Trasporti   trasporti
Colophon

Editoriale S.r.l. (in liquidaz.)
Via Sant’Abbondio 4 – 22100 Como
Tel: 031.33.77.88
Fax: 031.33.77.823
Info:redazione@corrierecomo.it

Corriere di Como
Registrazione Tribunale di Como n. 26/97
ROC 5370

Direttore responsabile: Mario Rapisarda

Font Resize
Contrasto