Anziano aggredito per una sigaretta

È stato aggredito e colpito con un pugno in faccia per un motivo banale, forse per una sigaretta, il pensionato di 83 anni, residente in città, finito ieri all’ospedale. L’uomo, che si stava recando a fare la spesa assieme alla moglie, è caduto a terra, ha battuto la testa e ha riportato un serio trauma cranico.
L’episodio è avvenuto oggi, poco prima delle 13. Secondo quanto è stato possibile ricostruire, i due coniugi stavano andando a fare compere a Camerlata, nella zona di piazza Fisac.
In via Badone sono stati avvicinati da una coppia di giovani, probabilmente italiani, già notati in precedenza nella zona. Secondo le testimonianze raccolte dagli agenti della Questura giunti in via Paoli dopo il ferimento dell’83enne, i due giovani erano visibilmente ubriachi e hanno importunato il pensionato e la moglie.
Probabilmente volevano farsi dare una sigaretta. È nata una discussione e uno dei due giovani ha dato un pugno in faccia al pensionato. L’anziano è caduto all’indietro e ha battuto violentemente la testa. Inizialmente ha perso i sensi e le sue condizioni sono apparse gravi. In via Badone è intervenuta un’ambulanza della Croce Azzurra e nella zona sono giunti anche gli agenti della Questura di Como.
Il pensionato è stato trasportato all’ospedale Sant’Anna. Fortunatamente, l’uomo ha ripreso conoscenza e le sue condizioni sono apparse meno gravi. Ha comunque riportato un serio trauma cranico. Illesa, ma naturalmente molto spaventata, la moglie.
La polizia ha avviato le indagini per risalire ai responsabili dell’aggressione. Gli agenti stanno vagliando anche le immagini registrate dai circuiti di videosorveglianza della zona per arrivare a identificare i due giovani.

Articoli correlati

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.