Aperitivi affollati, il sindaco Landriscina furioso: «Sono comportamenti che non ci possiamo permettere. Rischio troppo alto»

Mario Landriscina

Falsa partenza. L’atteso ritorno a una vita sociale vagamente simile a quella pre Coronavirus non ha dato buoni risultati.
E così l’affollato aperitivo di lunedì sera in piazza Volta, così come le segnalazioni di assembramenti in altri punti della città, hanno mandato su tutte le furie il sindaco di Como. Il suo intervento durante il tradizionale appuntamento con la cittadinanza nel corso della trasmissione Etg+ Sindaco del martedì sera su Etv, è stata l’occasione per ribadire con fermezza alcuni concetti di vitale importanza. «Sono comportamenti che non ci possiamo permettere. E che vanno evitati, a costo di intervenire con le multe». Questo l’esordio senza compromessi del sindaco Mario Landriscina per ribadire la pericolosità di certi atteggiamenti, capaci di far ripartire il contagio. «Servirà responsabilità, ma evidentemente servirà anche qualche sanzione. Lo dico con amarezza, non sono vicino a questo atteggiamento. Ma certi comportamenti rischiano di mandare all’aria gli sforzi di tutti», prosegue Landriscina, che interviene così duramente solo poche ore dopo la riapertura di lunedì scorso di bar, ristoranti e negozi. «Mi arrabbio, perché stiamo parlando di un periodo di sacrifici di quasi tutti che non deve essere messo a repentaglio da qualche comportamento irresponsabile. Certe situazioni vanno punite. E non possiamo permetterci di girare con le vie respiratorie non protette. Stiamo lontani, godiamoci pure gli amici ma teniamo le distanze e utilizziamo i dispositivi di protezione. Speravo che dopo questi mesi il tema fosse culturalmente passato nella mente di ognuno di noi», ha chiuso Landriscina. La fase 2 è dunque partita, i negozi stanno lentamente ricominciando ad aprire, così come i bar e i ristoranti. I comaschi stanno timidamente riprendendo confidenza con le abitudini precedenti ma purtroppo – come ribadito dal primo cittadino – sarà necessario ancora per lungo tempo attenersi scrupolosamente alle norme per il rispetto della sicurezza.

Articoli correlati

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.