Apetitivo per sostenere il Razionalismo

Da più di un anno si è acceso il dibattito sulla possibile candidatura di Como tra i patrimoni culturali mondiali tutelati dall’Unesco. Tutto è partito dall’iniziativa della lista “Per Como” e del consigliere comunale Mario Molteni, che ha motivato l’ipotesi con una considerazione apparentemente banale ma che tale non è: Como è la culla del Razionalismo architettonico e di fatto è un museo all’aperto con insigni monumenti, in primis la Casa del Fascio di piazza del Popolo. Che proprio il Comune, nella persona dell’assessore alla Cultura Luigi Cavadini, ha voluto rivendicare due estati fa come patrimonio della città chiedendo ufficialmente che lo Stato la restituisca a funzioni propriamente culturali (ora è sede del comando della guardia di finanza).

C’è anche un altro gruppo che riaccende i riflettori sul patrimonio razionalista – forse l’ultimo momento d’oro vissuto da Como nel ’900 – il progetto MAARC (Museo virtuale Astrattismo e Architettura Razionalista di Como), che lavora proprio nelle direzioni che dicevamo all’inizio, realizzare cioè un “museo razionalista” che comprenda la Casa del Fascio, edificio simbolo di Giuseppe Terragni e del Razionalismo italiano, e l’ex Uli progettata da Cesare Cattaneo e Pietro Lingeri ora sede dell’Asl. Intanto si lavora con lo spirito della rete con un sito Internet di supporto alla conoscenza degli architetti del Razionalismo e delle parallele esperienze dei pittori dell’Astrattismo. Lo spazio web vuole costituire il tanto auspicato archivio digitale (ne aveva parlato tempo fa anche Nicoletta Ossanna Cavadini, storica dell’architettura) capace di abbracciare documenti, testi, disegni e bibliografie dei maggiori esponenti di quel fecondo periodo. Il MAARC ora dà appuntamento per un aperitivo razionalista a Palazzo del Borgo in via Borgovico 119, dove venerdì 12 dicembre dalle ore 19 fino alle 23 in occasione degli auguri di Natale lancerà nuove  iniziative.
Ospite d’onore della serata sarà Claudio Borghi Aquilini, economista e docente all’Università Cattolica del Sacro Cuore di Milano, ma anche esperto d’arte e appassionato collezionista dei “nostri” artisti astrattisti, che per l’occasione presenterà il suo libro “Investire nell’arte”. Ingresso 10 euro.

 

Articoli correlati

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.