Cronaca

Appostamenti e agenti in borghese contro i furbetti della sosta

altViabilità – Nella giornata di ieri presi particolarmente di mira gli automobilisti italiani proprietari o comunque alla guida di vetture con targa straniera
Polizia locale in azione per sanzionare chi parcheggia nei posti blu senza pagare e gli accessi abusivi nella Ztl

Appostamenti, controlli in borghese, sanzioni. La polizia locale di Como ha avviato una vera e propria campagna contro i furbetti della Ztl o dei parcheggi blu. Ovvero, contro gli automobilisti che varcano gli accessi controllati dal vigile elettronico nel centro città o che sostano magari per ore negli stalli a pagamento senza però acquistare il ticket obbligatorio.
Proprio ieri l’amministrazione comunale ha dato

notizia di due casi particolari finiti nel mirino dei vigili. In particolare, Palazzo Cernezzi e il comando della polizia locale hanno voluto sottolineare come tutte le categorie di potenziali furbetti siano sotto osservazione, anche gli automobilisti possessori o comunque alla guida di vetture con targa estera.
A seguito di una segnalazione e di una successiva verifica delle multe consegnate ogni giorno al Comando dei vigili dagli agenti e dagli incaricati della Como Servizi Urbani, per esempio, in queste ore è emerso il caso di un cittadino già ripetutamente multato per il mancato pagamento della sosta nei parcheggi blu dell’area via Rubini, Miani, Grassi e Garibaldi.
A partire da questa prima certezza sono dunque stati organizzati appostamenti e controlli condotti dagli agenti in borghese. Ne è scaturita l’identificazione dell’automobilista autore delle violazioni, il quale, per evitare il fermo amministrativo dell’auto, ha pagato immediatamente tutte le sanzioni accumulate beneficiando di uno sconto del 30% grazie alla recente modifica normativa.
Il secondo caso, anche questo relativo a un’auto con targa estera, ha riguardato, invece, un automobilista che entrava senza permesso nella zona a traffico limitato.
Ed esattamente come avvenuto per la prima vicenda, la scoperta delle infrazioni ha convinto gli agenti della polizia locale ad organizzare un vero e proprio controllo ai Raggi x dell’autore.
Controllando gli orari di entrata e uscita con il vigile elettronico, sono stati predisposti appostamenti che hanno portato all’identificazione dell’automobilista. Anche in questo caso per evitare il fermo amministrativo dell’auto, tutte le sanzioni sono state pagate.
Questa stretta – e soprattutto questa tecnica di “lotta sul campo” – ai furbetti è probabilmente soltanto l’antipasto di quanto potrà accadere con l’inizio del nuovo anno. Ovvero quando l’entrata in vigore della nuova, grande zona a traffico limitato renderà necessari controlli ancora più accurati contro il probabile aumento delle infrazioni.

E.C.

Nella foto:
Con appostamenti e controlli in borghese, la polizia locale di Como ha avviato una vera e propria campagna contro i furbetti della Ztl o dei parcheggi blu
29 Novembre 2013

Info Autore

Redazione

Redazione Corriere di Como redazione@corrierecomo.it


Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Archivio
Dicembre: 2018
L M M G V S D
« Nov    
 12
3456789
10111213141516
17181920212223
24252627282930
31  
Numeri utili
NUMERO UNICO DI EMERGENZA
numero 112 lampeggianti
farmacia Farmacie di turno farmacia

ospedale   Ospedali   ospedale

trasporti   Trasporti   trasporti
Colophon

Editoriale S.r.l.
Via Sant’Abbondio 4 – 22100 Como
Tel: 031.33.77.88
Fax: 031.33.77.823
Info:redazione@corrierecomo.it

Corriere di Como
Registrazione Tribunale di Como n. 26/97
ROC 5370

Direttore responsabile: Mario Rapisarda

Font Resize
Contrasto