Appuntamenti con la storia: Forte di Fuentes, Macchione pubblica la guida completa
Cultura e spettacoli, Territorio

Appuntamenti con la storia: Forte di Fuentes, Macchione pubblica la guida completa

Ci sono luoghi che trasmettono messaggi stratificati, in cui la storia si percepisce, con le sue contraddizioni, in modo particolarmente vistoso. Visitarli può essere occasione di svago ma anche di conoscenza.
È il caso dei 400 anni del Forte di Fuentes, «muto testimone di un passato glorioso e controverso» e splendido esempio di architettura militare del XVII secolo, costruito su un cumulo di rocce scistose del Montecchio Est che domina la riserva del Pian di Spagna. La visita è abbinabile al vicino Montecchio Nord del 1912-1914, la fortezza della Prima Guerra Mondiale meglio conservata in Europa.
Segnaliamo per scoprirlo un utile “libro da zaino”. È Alla scoperta del Forte di Fuentes (Varese, Macchione, pp. 158, 20 euro) del giornalista Marcello Villani. Il forte fu voluto dal governatore dello Stato di Milano Pedro Enriquez de Acevedo Conte di Fuentes per impedire ogni velleità di espansione della Repubblica delle Tre Leghe Grigie (i moderni Grigioni svizzeri) che intendeva allargare il proprio dominio dalla Valtellina e dalla Valchiavenna all’Alto Lago.

Fu realizzato a partire dal 1603 e poi aggiornato fino al 1627 e motivo di contesa in tutti i suoi quasi 150 anni di vita fino al 1736 quando venne coinvolto nei combattimenti per la guerra di successione polacca. Allora possedimento degli Austriaci, fu conquistato dai gallo sardi (i francesi alleati ai piemontesi). Venne poi riconquistato dagli austriaci e perse definitivamente valore militare nel 1782.
È uno dei pochi esempi “leggibili” della dominazione spagnola descritta nei Promessi Sposi. Nel 2011, quando l’amministrazione provinciale di Lecco propose al Museo della Guerra Bianca di Temù di occuparsi della gestione, il fortilizio era in condizioni di assoluto abbandono. Ma con la tenacia di volontari, studiosi e amministratori locali l’oblio è stato vinto. Pregio del libro di Villani, riccamente illustrato, è accompagnare passo dopo passo il visitatore nella struttura. Compresi i segreti più reconditi come le polveriere scavate nella roccia.

6 Marzo 2017

Info Autore

Redazione Corriere di Como

Redazione Corriere di Como redazione@corrierecomo.it


Archivio
Dicembre: 2018
L M M G V S D
« Nov    
 12
3456789
10111213141516
17181920212223
24252627282930
31  
Numeri utili
NUMERO UNICO DI EMERGENZA
numero 112 lampeggianti
farmacia Farmacie di turno farmacia

ospedale   Ospedali   ospedale

trasporti   Trasporti   trasporti
Colophon

Editoriale S.r.l.
Via Sant’Abbondio 4 – 22100 Como
Tel: 031.33.77.88
Fax: 031.33.77.823
Info:redazione@corrierecomo.it

Corriere di Como
Registrazione Tribunale di Como n. 26/97
ROC 5370

Direttore responsabile: Mario Rapisarda

Font Resize
Contrasto