“Arancione rafforzato” in tutta la provincia di Como: ecco le disposizioni e limitazioni

Emergenza sanitaria Covid a Como

La provincia di Como in fascia “arancione rafforzato”. Il provvedimento avrà una sua prima durata fino al 10 marzo, quando verrà rivalutato l’evolversi del contagio.
In tarda serata è arrivata l’ordinanza firmata dal governatore Attilio Fontana. Ecco alcune delle disposizioni: innanzitutto saranno vietati gli spostamenti al di fuori della propria regione e del proprio comune di residenza. Ci si potrà muovere per comprovati motivi di salute, lavoro e necessità. Rimane in vigore il coprifuoco dalle ore 22 alle ore 5 del mattino successivo. Vige inoltre l’obbligo di usare la mascherina chirurgica sui mezzi di trasporto. Sono escluse le visite giornaliere a parenti e amici, tranne per situazioni di assoluta necessità. Fatta salva l’eccezione degli asili nido, chiuderanno tutte le scuole di ogni ordine e grado: spazio dunque alla didattica a distanza. Resta consentito lo svolgimento di attività sportiva solo in forma individuale ed esclusivamente all’aperto.
I negozi continueranno a essere aperti; bar e ristoranti resteranno chiusi, permesso invece l’asporto e la consegna a domicilio.

Articoli correlati

1 Commento

  • Anto , 2 Marzo 2021 @ 20:21

    I nidi che resteranno aperti… ma si rendono conto del fatto che i bimbi piccoli mettono tutto in bocca e si rubano volentieri il “ciuccio ” l’un l’altro ?

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.