Area medica, salgono a 23 le Scuole di specializzazione dell’Insubria
Scuola e Università

Area medica, salgono a 23 le Scuole di specializzazione dell’Insubria

Il logo dell'Università degli Studi dell'Insubria
Il logo dell’Università degli Studi dell’Insubria

Sale a 23 – due in più rispetto allo scorso anno – il numero delle Scuole di specializzazione di Area medica dell’Università dell’Insubria accreditate dal ministero dell’Istruzione, Università e Ricerca. Tra le Scuole di specializzazione che hanno ricevuto il via libera del Miur anche quelle di Pediatria e Psichiatria.

«Il ministero – spiega una nota dell’ateneo – ha reso noti oggi i risultati della procedura di accreditamento delle Scuole di specializzazione di Area medica: per l’Università dell’Insubria le Scuole accreditate come “autonome” sono 23; per Scuole “autonome” si intendono quelle ritenute sede autonoma di una formazione completa che non necessitano di essere supportate da altri atenei per la docenza».

Insieme al numero delle Scuole accreditate è cresciuto anche il numero dei posti, che in totale sono 76 (ai quali dovranno essere aggiunti quelli regionali, ancora da definire) mentre lo scorso anno erano 72.

«Siamo estremamente soddisfatti che le Scuole di Pediatria, di Psichiatria e di Farmacologia ripartano: questo è il frutto dell’impegno dell’ateneo in questi mesi – commenta il presidente della Scuola di medicina dell’Insubria, professor Giulio Carcano – Lo spirito del decreto di accreditamento delle Scuole di specializzazione prevede una rete formativa adeguata per la completa formazione dello specializzando nelle discipline medico-chirurgiche. Pertanto ogni scuola di specializzazione universitaria deve essere costituita su reparti di eccellenza dove lo specializzando possa acquisire una professionalità completa. Anche in questa sessione l’Università ha voluto interpretare appieno lo spirito del decreto legislativo, pertanto ha completato la rete formativa delle Scuole di specialità con le Unità operative afferenti alle Aziende ospedaliere Asst dei Sette Laghi (Varese) e Asst Lariana (Como) e attraverso l’istituzione di convenzioni per la costituzione di una rete formativa inter-universitaria e con la stipula di convenzioni con altri atenei».

4 Luglio 2018

Info Autore

Marcello Dubini

Marcello Dubini mdubini@corrierecomo.it


Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Archivio
Dicembre: 2018
L M M G V S D
« Nov    
 12
3456789
10111213141516
17181920212223
24252627282930
31  
Numeri utili
NUMERO UNICO DI EMERGENZA
numero 112 lampeggianti
farmacia Farmacie di turno farmacia

ospedale   Ospedali   ospedale

trasporti   Trasporti   trasporti
Colophon

Editoriale S.r.l.
Via Sant’Abbondio 4 – 22100 Como
Tel: 031.33.77.88
Fax: 031.33.77.823
Info:redazione@corrierecomo.it

Corriere di Como
Registrazione Tribunale di Como n. 26/97
ROC 5370

Direttore responsabile: Mario Rapisarda

Font Resize
Contrasto