Argegno, l’Anas “invita” le imprese per i lavori

La frana di Argegno

Il sindaco: «Qualcosa di muove, ma manca il cronoprogramma»

Dalla frana del Gottardo ripulita in poche ore a quella di Argegno, con i detriti che giacciono da settembre, il salto non è così breve. Anche su questo fronte, ad ogni modo, qualcosa si muove. Sabato mattina, il sindaco, di Argegno, Roberto De Angeli, ha ricevuto una comunicazione dall’Anas che fa ben sperare sui tempi.

La frana di Argegno © A.Nassa | La frana di Argegno

«In realtà non abbiamo ancora in mano il cronoprogramma – spiega Roberto De Angeli – però, dopo la “pec” inviata dal prefetto di Como, Bruno Corda, e le nostre sollecitazioni, Anas ha comunicato ufficialmente di aver avviato la procedura negoziata per i lavori invitando le imprese».

Quindi non ci sarà un bando e i tempi saranno più brevi.
«In effetti si tratta di un modo per risparmiare tempo, anche se Anas deve invitare 15 imprese – dice ancora il sindaco – Dall’ufficio appalti non possono ancora sbilanciarsi sulla data di inizio lavori, ma rispetto a qualche giorno fa la situazione è maggiormente positiva».

Lo spettro di un cantiere che crea problematiche lungo la Regina nel pieno della stagione turistica non si è ancora dissolto. Alle vacanze di Pasqua, del resto, che segnano i primi arrivi massicci sul Lario e in Valle Intelvi, mancano poco più di due mesi.

«Siamo ancora preoccupati – conclude il sindaco – e faremo tutto il possibile perché questo rischio sia scongiurato».

Articoli correlati

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.