Argegno, lavori pronti a partire. Gli interventi dureranno due mesi

Ormai è veramente una questione di pochi giorni. I lavori per ricostruire il muro crollato a causa di uno smottamento lo scorso 10 settembre ad Argegno sono in procinto di partire.
«È stata individuata un’azienda che si occuperà di tutti gli interventi necessari. L’appalto predisposto per l’operazione ha portato all’aggiudicazione provvisoria dell’incarico a una ditta pronta ad avviare i lavori, in base a quanto mi è stato riportato dai miei referenti di Anas – spiega il sindaco di Argegno, Roberto De Angeli – Ora si tratta semplicemente di far passare ancora pochi giorni, utili per eseguire i controlli necessari sull’azienda incaricata, prima dell’aggiudicazione definitiva».
Si tratta di quanto previsto dalla legge che regolamenta la materia e prescrive «per appalti dell’ammontare superiore a 40mila euro che venga verificata la sussistenza e la regolarità delle certificazioni antimafia e la regolarità contributiva sui pagamenti degli stipendi», spiega il sindaco.
«Conclusi questi passaggi – aggiunge De Angeli – già nei prossimi giorni i lavori potranno partire. Siamo finalmente a una svolta decisiva». L’operazione dovrebbe durare 60 giorni. Sulla tempistica incombe anche l’incognita delle vacanze di Pasqua.
Ovvero si dovrà stabilire nel dettaglio come comportarsi – proseguendo con il cantiere o fermandolo per i giorni di festa – per non ostacolare il flusso dei turisti che sicuramente crescerà durante le vacanza pasquali.
«Anche sul fronte dei tempi, così come sul versante del capitolo di spesa previsto, attendiamo, per essere ancora più sicuri, l’aggiudicazione definitiva dei lavori. Io, attualmente, ho infatti solo notizie che mi arrivano dai tecnici di Anas ma niente di definitivo e ufficiale. Si parla di 2 mesi di lavori e di un importo pari a 140mila euro», conclude De Angeli.
Va ricordato che questa situazione si trascina, tra polemiche e incertezze sui tempi di ripristino della viabilità, ormai da oltre 5 mesi. Da quel 10 settembre quando sulla statale Regina ad Argegno si verificò lo smottamento che non ha fortunatamente avuto conseguenze sulle persone ma che ha creato enormi disagi. Si sono infatti visti negli ultimi mesi automobilisti infuriati, code interminabili, semafori intelligenti e movieri. Perfino “Striscia la Notizia”, con il suo inviato particolare, Capitan Ventosa, è arrivata ad Argegno per sottolineare la lentezza della burocrazia che tra incomprensioni sulle responsabilità per gli interventi e incertezze sui tempi, ha fatto slittare fino ad oggi l’avvio del tanto atteso cantiere lungo la Regina.

Articoli correlati

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.