Arianna Errigo, la numero uno del mondo è tornata a casa

{youtube}SDY_RMfrSAc{/youtube}

Allenamenti alla Comense per Arianna Errigo, la migliore fiorettista del mondo

Blitz comasco di Arianna Errigo. L’azzurra di scherma, campionessa del mondo in carica di fioretto, un oro e un argento alle Olimpiadi di Londra, numero uno del ranking mondiale, ieri si è allenata nella palestra della Comense Scherma, in via dei Partigiani, sulle pedane dove è cresciuta come atleta e con la società di cui continua a mantenere il

tesseramento. Una ghiotta occasione per un faccia a faccia con una atleta – che ora ha la sua base a Frascati – che è ai vertici dello sport mondiale.
«Tornare a Como per me è sempre un piacere – spiega Arianna – anche perché qui si respira sempre energia positiva e mi piace tornare in una palestra dove mi sono allenata per dieci anni. E poi, nel 2014, quando sono venuta qui, le gare che ho disputato subito dopo sono sempre andate bene. Poi, si sa, questa è una città che amo».
Lo scorso anno, dopo l’addio al maestro Giovanni Bortolaso, non senza polemiche, si è allenata da sola ed è comunque rimasta ai vertici mondiali. Ora come si è organizzata?
«Nel 2013 ho vissuto una situazione particolare. Ora la situazione è stabilizzata: il mio maestro è Giulio Tomassini, che sta ad Avignone, in Francia, mentre io sto a Frascati. Ma siamo in costante contatto e ci vediamo spesso: la situazione è ancora una volta inusuale, ma sono serena, perché lui è il top mondiale e sicuramente fa la differenza».
La sua stagione 2014 è partita nel migliore dei modi.
«È vero – ammette Errigo – A Danzica ho vinto la prima gara di Coppa del Mondo e nelle seconda mi sono piazzata terza. E ovviamente non sono al top della condizione, che dovrà arrivare più avanti, quando ci saranno gli appuntamenti più importanti del 2014».
Lo scorso anno aveva detto che il suo obiettivo erano i Mondiali di Budapest e li ha conquistati… Ora dove vuole salire sul gradino più alto del podio?
«Il calendario 2014 è particolare, perché è tutto schiacciato. La stagione finirà presto perché quella successiva partirà in ottobre. Ci si gioca tutto in pochi mesi. Ovviamente in luglio punto a riconquistare l’oro iridato in Russia, a Kazan, ma prima non mi dispiacerebbe vincere l’oro europeo, in giugno a Strasburgo». 1errigo
C’è poi un problema in proiezione delle Olimpiadi di Rio 2016. Non ci sarà la gara a squadre e quindi i posti disponibili saranno soltanto due.
«Purtroppo questa non è una bella notizia, anche perché l’Italia, con le sue atlete di vertice, perde sicuramente una medaglia. Per me ci sarà molto da lottare per rimanere ai vertici, anche perché le italiane che puntano in alto sono molte».
Lei ora rimane comunque la numero uno, come recita il ranking. Sul fronte della popolarità come vive questo ruolo?
«Non mi sento un personaggio a dire il vero. Ho anche avuto la proposta di partecipare a qualche trasmissione tipo reality show, ma ho detto di no. Sono piuttosto scettica. Ho 25 anni, se devo esprimere qualcosa voglio che ciò avvenga attraverso lo sport. Poi magari più avanti vedremo, ma se si deve parlare di me, ci tengo che succeda per i miei risultati».
Eppure l’anno scorso lei salì sul palco di Sanremo per annunciare la canzone di Max Gazzè che era stata scelta dal pubblico.
«Una esperienza angosciante – sostiene Arianna ridendo – Io non sono come Elisa Di Francisca, ad esempio, che ama situazioni così. Stavo davvero male; ma è anche vero che, guardando al futuro, un giorno queste potrebbero anche costituire occasioni importanti, che nella vita possono sempre servire. Ma avrò tempo per pensarci…».
Certo che, come le è capitato, essere ricevuta al Quirinale dal presidente della Repubblica è una bella emozione.
«Ci mancherebbe. Mi ha fatto molto piacere, come mi fa piacere, però, il contatto quotidiano con gli appassionati. Mi piace sapere che si emozionano nel seguirmi, che fanno il tifo per me. Mi piace il contatto diretto con loro, anche attraverso i social network. Spesso, per ragioni di tempo, fatico a rispondere, ma leggo sempre tutto quello che scrivono nelle mie pagine ufficiali».
Infine una curiosità. Una atleta di vertice come lei per chi fa il tifo nello sport?
«La mia passione calcistica per l’Inter è nota – conclude Arianna Errigo – In generale mi piace seguire tutte le manifestazioni più importanti e faccio il tifo per gli azzurri. Mi è dispiaciuto, per esempio, ieri sera, non vedere in diretta Carolina Kostner alle Olimpiadi, ma mi stavo allenando. Posso dire di essere una fan di Valentino Rossi e del surfista Kelly Slater. Tra le mie passioni, infatti c’è proprio il surf, sport che non solo seguo, ma che amo praticare».

Massimo Moscardi 1errigoar

Nella foto: Arianna Errigo dà utili consigli a un giovane atleta della Comense Scherma, nella palestra di via dei Partigiani (foto Mv) .

Articoli correlati

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.