Arianna Errigo, ora c’è nel mirino il Mondiale

Arianna Errigo

Arianna Errigo dopo la vittoria nella gara individuale a Tblisi (foto Augusto Bizzi)

Due ori, individuale e a squadre e il terzo posto nel ranking mondiale. Una spedizione trionfale per Arianna Errigo ai recenti campionati europei di scherma, specialità fioretto, disputati a Tbilisi, in Georgia.
La vittoria nella gara individuale vale il doppio, visto che in finale l’atleta cresciuta nella Comense ha superato la russa Inna Deriglazova, attualmente prima nel ranking mondiale e campionessa olimpia a Rio 2016.
Di grande valore anche il successo a squadre, che segna la continuità del “dream team” azzurro, di cui Errigo è diventata leader. Al suo fianco Alice Volpi, Martina Batini e Camilla Mancini. Nella finalissima sono state battute le russe (45-31), avversarie di sempre della formazione tricolore.
Al ritorno dalla spedizione in Georgia per Arianna Errigo è tempo di bilanci. «Sono contentissima perché riconfermarsi non è mai semplice – spiega l’azzurra al “Corriere di Como” – Essere l’unica atleta europea a tornare a casa con due ori è straordinario».
La dedica è decisamente sentita. «Queste vittorie sono per mia nonna che ad aprile ci ha lasciati».
Adesso Arianna si sta riposando: «Uno stop di una settimana per poi preparare al meglio con il mio fidanzato e maestro Luca Simoncelli, il Mondiale a Lipsia, in calendario dal 21 luglio».
Regina del fioretto, ma non solo; Arianna Errigo prosegue nel suo progetto con la sciabola. L’obiettivo è di riuscire a conquistare la convocazione per le Olimpiadi di Tokio 2020 in entrambe le specialità.

Articoli correlati