Armenia-Azerbaigian: vittime scontri, è balletto sulle cifre

Baku

(ANSA) – MOSCA, 28 SET – Più di 550 militari armeni sono stati uccisi negli scontri di domenica sulla linea di contatto nella non riconosciuta Repubblica del Nagorno-Karabakh. Lo ha detto il ministero della Difesa azero. "Secondo i servizi segreti, le forze armate armene hanno subito pesanti perdite a causa delle ostilità domenicali. L’esercito azerbaigiano ha distrutto 22 carri armati e altri veicoli corazzati pesanti, 15 sistemi missilistici di difesa aerea Osa, 18 droni, otto sistemi di artiglieria e tre depositi di armi. Inoltre, più di 550 militari sono stati uccisi", ha detto il ministero a Interfax. Da parte sua, il ministero della Difesa armeno ha denunciato le vittime azerbaigiane. "Secondo le nostre informazioni, circa 200 militari azerbaigiani sono stati uccisi", ha detto il portavoce del ministero della Difesa armeno Artsrun Hovhannisyan. "Le informazioni aggiornate indicano che […] quattro elicotteri, 27 droni, tra cui UAV d’attacco, 33 carri armati e mezzi corazzati per il personale, così come due veicoli corazzati dei genieri, sono stati distrutti", ha detto il servizio stampa dell’autoproclamato ministero della Difesa della Repubblica del Nagorno-Karabakh. (ANSA).

Articoli correlati

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.