Armi: ritrovato kalashinkov nell’Agrigen

Rilievi tecnici per accertare utilizzo in episodi criminosi

(ANSA) – AGRIGENTO, 06 GIU – La Squadra Mobile della Questura di Agrigento ha ritrovato, e sequestrato, un kalashinkov AK47 con il caricatore e numerosi proiettili inesplosi. I poliziotti, coordinati dal vice questore aggiunto Giovanni Minardi, hanno ritrovato il mitragliatore (catalogato tra le armi di guerra a raffica) nelle campagne fra Castrofilippo e Favara, dopo che qualcuno aveva segnalato alla polizia strani movimenti da parte di persone sconosciute. L’arma è stata sottoposta ad accurati accertamenti tecnici da parte della polizia Scientifica che sta provando a rintracciare eventuali tracce di Dna per risalire all’identità di chi lo ha utilizzato o comunque toccato. Sono in corso accertamenti scientifici e balistici per stabilire, inoltre, se e quando sia stato eventualmente utilizzato. La Mobile non esclude comparazioni con episodi criminosi avvenuti anche all’estero. Sul ritrovamento indagano la Dda di Palermo e la Procura di Agrigento.

Articoli correlati

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.