Arpe comasche a Tokamachi e su Internet

alt

Evento solidale – Domani la Celtic Harp Orchestra diretta da Fabius Constable sarà impegnata nella città gemellata con Como e al festival di Bolgheri

Un evento multimediale nel segno della musica costruirà un ponte culturale di estrema importanza fra il Lario e l’Estremo Oriente. Domani Fabius Constable e la sua Celtic Harp Orchestra suoneranno contemporaneamente a Bolgheri per il festival “Bolgheri Melody” e nella città giapponese di Tokamachi, gemellata con Como. L’evento sarà alle 15.30 e alle 21 e si intitolerà “Voci per L’Arpa tra Giappone e Italia”
L’orchestra di arpe celtiche, nota ormai in tutto il mondo, si esibirà

alla Tokamachi Citizen’s Hall quando in Italia saranno le 8.30 di domani mattina per un evento organizzato dall’Associazione di Gemellaggio Tokamachi-Como alla presenza del sindaco della città nipponica Yoshifumi Sekiguchi. Grazie alla tecnologia moderna, sarà possibile ascoltare il tutto comodamente seduti nel salotto di casa. Infatti il concerto si potrà seguire in streaming su www.como-tokamachi.com.
E sempre domani alle 21 ora italiana Fabius Constable, tramite collegamento dal Giappone, sarà sul palco dell’Arena Incisa Rocchetta di Bolgheri a Castagneto Carducci (Li) per la serata di gala a favore della Fondazione Arpa che si svolgerà, come lo scorso anno, all’interno della rassegna “Bolgheri Melody” edizione 2013.
Fra gli ospiti della serata ci saranno il cantante Andrea Bocelli, presidente onorario della Fondazione Arpa, e il cantautore milanese Enrico Ruggeri. L’incasso della serata sarà devoluto al “Progetto Dolore” intitolato ad Amos Martellacci. Fabius Constable ha infatti particolarmente a cuore l’impegno umanitario sul fronte della musica.
Nella sua veste ufficiale l’associazione culturale “Arpisti Senza Frontiere” sta infatti portando avanti progetti umanitari e di mecenatismo artistico e culturale: ad esempio l’assistenza scolastica e medica a famiglie povere della Cina rurale e l’appoggio al Giappone del dopo terremoto, con un tour di 23 date nei rifugi d’emergenza per le vittime dello tsunami del marzo 2011.
Dopo gli eventi nella terrà del Sol Levante, riprenderanno i concerti italiani del tour “Note di Viaggio” con un calendario ricco di appuntamenti e di sorprese che non deluderanno il pubblico affezionato.
Il gruppo
La Celtic Harp Orchestra è, dopo dieci anni di attività e quasi 1000 concerti in Europa e in Asia, considerata l’orchestra d’arpe più popolare al mondo. Ha inciso 5 cd ufficiali. Il suo stile spazia dalla musica celtica al barocco veneziano, dal jazz al minimalismo, dal progressive rock alla musica antica. Importanti sono le collaborazioni avute in passato con artisti quali Carlos Nunez, Myrdhin e Capercaille, con cui hanno condiviso il palco, affiliazioni e frequenti contatti con i Lùnasa, Alan Stivell e moltissimi artisti di spicco del panorama della musica etnica e dell’arpa internazionale. Da citare, sempre per rimanere nel Sol Levante, anche le performance artistiche con Ikuo Iwabuchi (protagonista della “Nouvelle Vague” giapponese e musicista per Takashi Mike, pluripremiato regista nipponico) e Ryoko Kashima, trainer vocale e voce per diverse sigle di film d’animazione del Sol Levante.
Info su www.arpaceltica.com e www.arpistisenzafrontiere.org.

Nella foto:
Un concerto della Celtic Harp Orchestra

Articoli correlati

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.