Arriva la truffa del pennarello, ma ad avere la meglio è un 80enne

L’indagine è stata condotta dai carabinieri di Tremezzina

La truffa dello specchietto muta modalità e aggiunge la variabile del pennarello. questa volta tuttavia ad avere la meglio è stata quella che avrebbe dovuto essere la vittima, ovvero un 80enne di Guanzate che in auto si era recato al Tigros di Veniano per fare la spesa. Un uomo gli si è avvicinato segnalando che la sua vettura era stata appena colpita dall’auto dell’anziano. A riprova, mostrava la fiancata del veicolo dell’80enne che riportava una striscia nera. «Dammi 200 euro e la chiudiamo così», avrebbe detto l’uomo, un italiano di mezza età. L’anziano tuttavia non si sarebbe fidato, chiedendo con insistenza di far intervenire i carabinieri. Una posizione irremovibile che alla fine ha costretto il truffatore ad allontanarsi prima dell’arrivo della “gazzella”. Il fatto alle 10 della mattina di mercoledì. La striscia sulla carrozzeria dell’auto era stata tracciata con un pennarello nero.

Articoli correlati

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.