Arriva Orvieto, la Libertas punta al bis

Pallavolo maschile – Serie A2
Canturini con il morale alto dopo il successo con Atripalda
La Libertas Cassa Rurale Cantù, domenica scorsa tra le mura amiche del palazzetto Parini, ha ottenuto la prima e storica vittoria in serie A2, ai danni di Atripalda. Ora è attesa dalla seconda sfida casalinga, oggi alle 18, contro il Città di Castello.
Ma al di là dell’evento meramente statistico, sono arrivati tre punti fondamentali per il campionato e sicuramente un’iniezione di fiducia per tutti i giocatori canturini.
Questo è anche il pensiero del coach della Libertas, Massimo

Della Rosa: «La vittoria contro la Sidigas, per il momento così delicato della stagione, è un fattore molto positivo – afferma il coach – Siamo in grande difficoltà a causa delle assenze, che si fanno sentire soprattutto in allenamento e facciamo fatica: proprio per questo i tre punti, in un periodo poco fortunato, sono un avvenimento bellissimo».
Le assenze in casa Cassa Rurale sono di diversa natura: infortuni, chiamate in nazionale (Valdir Sequeira e Jari Tuominen) e problemi vari, ma la squadra tiene duro. «Il successo è stato un segnale positivo – rimarca l’head coach – perché significa che la squadra cresce. Alla vittoria ci eravamo andati vicini anche ad Isernia, poi abbiamo letteralmente buttato il tie-break. Contro la Sidigas eravamo sugli stessi binari: avanti nel primo set fino alla fine, poi la frazione l’abbiamo persa. Ma abbiamo alla fine dimostrato convinzione e fiducia nei nostri mezzi».
Oltre ai tre punti e a una vittoria contro una diretta pretendente alla retrocessione, cosa si può salvare della Libertas in questo inizio di stagione? «Alcune cose le facciamo molto bene, come dimostra il fatto che siamo primi in campionato per l’efficacia a muro – spiega ancora l’allenatore – Vuole dire che in alcuni fondamentali andiamo bene e ci sono cose che funzionano. Poi, è vero, soffriamo in attacco, soprattutto senza opposto titolare: Davide Sala è bravo e ha cuore, ma anche lui ha molto problemi fisici. Però questi segnali positivi testimoniano una crescita importante».
Ora arriva il turno di Città di Castello, un ottimo banco di prova per dimostrare che il successo di domenica scorsa non è stato un fuoco di paglia.

Davide Cappelletti

Nella foto:
Un momento della vittoria della Libertas Cantù contro l’Atripalda Un risultato storico per la formazione brianzola, che ha ottenuto la sua prima affermazione in assoluto nel campionato di serie A. Oggi alle 18 al palasport Parini arrivano gli umbri del Città di Castello. Obiettivo della squadra canturina è proseguire la serie positiva (foto Milanta)

Articoli correlati

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.