Assalto al portavalori e rapina in casa: banda condannata a 36 anni

I carabinieri della compagnia di Cantù

I carabinieri della compagnia di Cantù I carabinieri della compagnia di Cantù

In totale, poco meno di 36 anni di condanna con il rito Abbreviato. Pesanti pene per sei imputati nella vicenda dell’assalto al portavalori della “Mondialpol – Vedetta 2” andata in scena nel novembre del 2016. Una banda di rapinatori armati di pistola minacciò la guardia giurata che aveva appena ritirato i soldi e fuggì in moto e poi nei boschi di Oltrona San Mamette. Il bottino fu di 25mila euro.

Le indagini, affidate ai carabinieri della compagnia di Cantù, permisero poi di ricostruire l’accaduto e di individuare i responsabili, una banda di origine calabrese che aveva importanti appoggi nel Comasco. I nomi hanno così iniziato a confluire sul registro degli indagati, finendo poi con il coinvolgere anche un’altra brutta vicenda, una rapina in casa ai danni di un tabaccaio mentre rincasava a Novedrate.

Tre uomini in quella occasione si introdussero nell’abitazione, legarono la moglie con alcune fascine e poi attesero l’arrivo del marito dal lavoro per rapinarlo di 5.500 euro, ma anche di ori, gioielli e dell’auto.

Insomma, le indagini partite dalla rapina al portavalori si sono poi allargate anche al colpo nell’abitazione di Novedrate arrivando a individuare – con diversi ruoli – dieci sospettati.  Sei di questi ieri sono stati giudicati in Abbreviato, compreso i due presunti esecutori materiali dell’assalto al portavalori (originari di Melito Porto Salvo in Calabria) che hanno rimediato 5 anni e 4 mesi.

Il palo – che girò in moto per verificare che non vi fossero forze dell’ordine – ha preso 4 anni e 6 mesi, mentre gli altri tre finiti in aula (con pene dai 4 anni e 11 mesi fino a 9 anni e 1 mese) sono stati giudicati per la barbara rapina in casa ai danni del tabaccaio.

Articoli correlati

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.