Cronaca

Assalto alla gioielleria, violenza e terrore in pieno centro

altRapina in via Dottesio fallita grazie alle titolari che hanno azionato l’allarme
Entrati come due normali clienti, in pieno giorno e a viso scoperto, due rapinatori hanno tentato un colpo in una gioielleria di via Dottesio, a Como.
L’assalto è fallito perché le titolari sono riuscite ad azionare l’allarme, ma i malviventi, prima di fuggire, hanno strattonato e malmenato una delle donne dietro il bancone.
Le indagini sono affidate alla polizia. I malviventi sono entrati in azione poco dopo le 10 di ieri mattina alla gioielleria Zappa, gestita dalle sorelle Nicoletta

e Stefania, 52 e 57 anni. A volto scoperto, i due uomini si sono finti clienti e hanno chiesto alle commercianti di mostrare loro alcuni preziosi. All’improvviso, dopo qualche minuto, quando sul bancone erano già esposti in bella mostra diversi contenitori di gioielli, i banditi hanno rivelato le loro vere intenzioni.
Minacciate dai due, le titolari sono riuscite comunque a far scattare l’allarme anti-rapina. I banditi non hanno esitato comunque ad aggredire una delle due sorelle. Uno dei malviventi le ha messo le mani al collo e l’ha strattonata e malmenata. Poi, i due sono fuggiti, sembra senza riuscire a rubare nulla. Sotto shock le due donne, soccorse prima da un vicino di casa e poi pochi minuti dopo dagli agenti della Questura di Como e dai volontari della Croce Azzurra cittadini, intervenuti in via Dottesio con l’ambulanza.
Nella gioielleria della famiglia Zappa sono intervenuti per i rilievi gli uomini della polizia scientifica. A terra, accanto al bancone erano visibili portagioielli e altri oggetti finiti alla rinfusa sul pavimento, probabilmente nei concitati istanti dell’aggressione e della fuga dei banditi. I poliziotti hanno raccolto tutte le possibili tracce lasciate dai rapinatori, oltre alla testimonianza delle titolari del negozio.
Le due sorelle, per quanto comprensibilmente spaventate, dopo i primi istanti hanno detto comunque di essere in buone condizioni e non sono state trasportate in ospedale. Sono rimaste a lungo nella gioielleria con gli agenti per raccontare i dettagli dei drammatici istanti e fornire ai poliziotti elementi utili per identificare i malviventi.
La gioielleria Zappa è stata presa di mira più volte dai malviventi nel corso degli anni. L’ultimo episodio violento risale al 2004, quando nel negozio c’era ancora il compianto Bruno Zappa, padre delle due sorelle. L’anziano era stato malmenato e strattonato dai banditi, che lo avevano aggredito a mani nude ed erano poi fuggiti con un bottino di 30mila euro. Due rapinatori su tre finirono in manette.
Nel 1989 invece, i delinquenti che avevano assaltato la stessa gioielleria erano stati messi in fuga dalla reazione dei commercianti della via. Nel 1980, invece, un rapinatore fu fermato dalle forze dell’ordine, dopo una rapina sempre in via Dottesio. Ma riuscì a fuggire armato dalla Questura e sparò, uccidendo un automobilista per rubargli il veicolo.
Ieri, infine, un colpo analogo a quello di Como si è registrato in una gioielleria di Lecco.

Anna Campaniello

Nella foto:
Un agente della polizia scientifica effettua i rilievi alla ricerca di impronte o di altri elementi utili per risalire ai rapinatori
31 marzo 2013

Info Autore

Redazione

Redazione Corriere di Como redazione@corrierecomo.it


Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Archivio
novembre: 2018
L M M G V S D
« Ott    
 1234
567891011
12131415161718
19202122232425
2627282930  
Numeri utili
NUMERO UNICO DI EMERGENZA
numero 112 lampeggianti
farmacia Farmacie di turno farmacia

ospedale   Ospedali   ospedale

trasporti   Trasporti   trasporti
Colophon

Editoriale S.r.l. (in liquidaz.)
Via Sant’Abbondio 4 – 22100 Como
Tel: 031.33.77.88
Fax: 031.33.77.823
Info:redazione@corrierecomo.it

Corriere di Como
Registrazione Tribunale di Como n. 26/97
ROC 5370

Direttore responsabile: Mario Rapisarda

Font Resize
Contrasto