Como, assalto alla vetta: primo atto ad Alessandria. In campo alle 15

Esultanza Como

Obiettivo vetta, atto primo. Il Como, a cinque punti dal vertice della classifica nel girone A, oggi termina il suo girone d’andata ad Alessandria. Lariani e “grigi” devono recuperare la sfida saltata lo scorso 10 gennaio per il Covid nella formazione piemontese (fischio d’inizio allo stadio Moccagatta alle 15).
Un match in cui gli ospiti sono chiamati a confermare la tradizione che li vede da sempre considerati “bestia nera” dell’Alessandria.
La prima sfida è stata nella stagione 1948- 1949, in serie B, campionato vinto dal Como, promosso in A. Nell’occasione i lariani vinsero 3-0 sia all’andata che al ritorno. Il bilancio è nettamente a favore degli azzurri con 53 incontri disputati, 25 successi degli azzurri, 16 pareggi e 12 affermazioni dei “grigi”.
La truppa di mister Giacomo Gattuso ha il morale altissimo: il Renate è là in alto a 5 lunghezze, con una partita in più. E i nerazzurri saranno ospiti lunedì sera allo stadio Sinigaglia nella gara che inaugurerà il ritorno.
«Stiamo bene e siamo nelle condizioni ideali per fare una grande partita – spiega mister Gattuso – Sappiamo dell’importanza di questo match e di tutte le difficoltà nell’affrontare una formazione come l’Alessandria».
I piemontesi in questo momento hanno sei punti in meno dei lariani (37 contro 31). «Ci attende la squadra che, come tutti sanno, ha speso di più nel mercato e che a livello qualitativo è la più attrezzata nel nostro girone. Ha alternato ottime prestazioni ad altre in cui ha fatto un po’ di fatica. Ma, come dico spesso, una delle caratteristiche del Como è quella di farsi trovare sempre pronto».
Tra acciacchi vari e affaticamento post Novara, non è da escludere un po’ di turn-over. Alessandro Gabrielloni, ad esempio, non sarà titolare, come ha annunciato lo stesso allenatore degli azzurri.
«Sappiamo che è una settimana molto importante, inutile negarlo – sostiene ancora l’allenatore – e abbiamo una carica positiva. Tutti si sentono partecipi e con il giusto spirito. Sono sicuro che anche in questa occasione ci sarà da parte nostra la giusta interpretazione».
«Ci siamo preparati in maniera scrupolosa – conclude il tecnico – e sappiano il percorso da fare in ogni singolo match. L’Alessandria continua a puntare al vertice e lo ha dimostrato con una serie di innesti in questo mercato di gennaio. Ma di fronte troverà un Como pronto a dare il massimo, come ha sempre fatto in questi mesi. Il nostro è un gruppo che ha fiducia, sa quello che deve fare e di giorno in giorno cerca costantemente di migliorarsi con il lavoro».

Articoli correlati

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.