Atletica: Semenya sogna ancora Tokyo, ‘ma per correre i 200’

Costretta da regole a cambiare

(ANSA) – ROMA, 13 MAR – Impossibilitata a partecipare a gare come i 400 e tutto il mezzofondo dalle nuove regole di World Athletics sulle atlete che, come lei, presentino una concentrazione troppo elevata di testosterone nel sangue, Carsten Semenya ha deciso di provare a qualificarsi per Tokyo 2020 nello sprint. La due volte campionessa olimpica degli 800 ha dovuto rinunciare alla sua gara per non aver voluto sottoporsi a cure ormonali per ridurre il livello di testosterone entro i 5 nanomoli per litro, e oggi ha corso i 200 metri in 23"49 vincendo la gara dei campionati provinciali a Pretoria. Adesso per qualificarsi per i Giochi deve ottenere il tempo di 22"80. "Il mio sogno è sempre stato, e continua ad essere, di competere ai più alti livelli dello sport – scrive Semenya su Instagram -. Quindi per continuare a coltivare i miei obiettivi e i miei sogni, ho deciso di cambiare gara e di correre i 200. Non è stata una decisione facile, però mi piacciono le sfide e ora lavorerò duro e farò di tutto per qualificarmi per Tokyo, dove voglio dare il meglio di me stessa per il Sudafrica". (ANSA).

Articoli correlati

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.