Atletica, tricolori con vista su Mosca

altFari puntati su Schembri per testare la condizione. La Cattaneo spera nel risultato
In pedana per il titolo tricolore, ma anche (almeno per due comaschi, forse tre) per testare la condizione in vista dei mondiali che stanno per iniziare in Russia (10-18 agosto).
Sono scattati ieri pomeriggio all’Arena di Milano gli assoluti di atletica leggera con dieci lariani impegnati a difendere i colori delle rispettive squadre.
La punta di diamante della spedizione è ovviamente Fabrizio Schembri che si cimenterà in due specialità, il salto in lungo e il “suo” triplo.
In

questa seconda specialità il rovellaschese è già stato inserito nella lista per i campionati del mondo. A Milano dunque cercherà il risultato di prestigio che ne conforti lo stato di forma anche e soprattutto in chiave iridata. La pedana del triplo si aprirà domani sera alle 20 a chiudere il fine settimana tricolore.
Oggi invece, Schembri scenderà in pedana nel lungo, gara in programma alle ore 18. Il lariano si presenta al via con la quarta misura di qualificazione, 7 metri e 82 centimetri.
Per un’altra stella comasca, Micol Cattaneo, la kermesse di Milano rappresenta invece un appuntamento decisivo.
Al momento infatti la ragazza non è inserita nelle liste azzurre per Mosca ma la porta le è stata comunque lasciata aperta. Ovvero, oggi dovrà convincere i tecnici con una buona prestazione nella sua specialità, i 100 ostacoli. Le batterie si correranno questa mattina alle 10.40, le semifinali alle 16.45 e la finalissima alle 19.30. La Cattaneo è tra le favorite con Marzia Caravelli e Giulia Pennella, mentre non gareggerà la primatista italiana Veronica Borsi già proiettata alla rassegna mondiale dopo una pausa dovuta a guai fisici.
Il limite da toccare per staccare il biglietto per la Russia è di 12.94. Ieri sera è toccato ad un’altra azzurra testarsi in vista dei mondiali, la cabiatese Eleonora Giorgi nella marcia 10 chilometri.
Ma come detto il fine settimana dell’Arena di Milano vedrà impegnati anche altri lariani.
Ieri, ad esempio, sono iniziate le prove multiple, con in pedana il giovane di Villa Guardia Simone Cairoli (classe 1990), che si allena a Rovellasca.
Nella prova sui 100 metri – la prima del decathlon cui è iscritto – ha fatto fermare il tempo sull’11’’18, secondo crono assoluto che lo piazza in classifica alle spalle di Michele Calvi. Tra la serata di ieri e la giornata di oggi verranno poi portate a termine le dieci discipline che eleggeranno il campione italiano. L’ultima prova questa sera (il via alle 19.40) con i 1500 metri.
Ecco invece gli altri lariani a Milano: nel maschile, Federico Cattaneo gareggia oggi nei 100 metri (batterie questa mattina alle 11.20) mentre domani toccherà al disco con in pedana Fabio Vian (primo lancio alle ore 18.45).
Nel femminile infine oggi in gara la giovanissima classe 1994 Sabrina Galimberti (100 metri, batterie dalle 11) e la classe 1991 Valentina Zappa nei 400 metri (batterie alle 17.45, finali domani alle 20). Alle 18.45 di questo pomeriggio al via l’alto (Marta Lambrughi, classe 1991), mentre l’ultima fatica dei tricolori toccherà a Elisa Cova nei 3000 siepi.

Nella foto:
Micol Cattaneo impegnata con la maglia azzurra che spera di poter difendere anche ai prossimi mondiali in programma a Mosca in agosto (foto Colombo/Fidal)

Articoli correlati

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.