Atp Awards 2020, in lizza il maestro Riccardo Piatti

Riccardo Piatti

L’allenatore di tennis comasco Riccardo Piatti, nella foto, è tra i cinque candidati per l’assegnazione del premio internazionale come miglior coach della stagione 2020, con il merito di aver fatto raggiungere ad un suo atleta il più alto livello di prestazioni nel corso dell’ultima stagione.
In questo periodo tennisti, tecnici e appassionati stanno votando per scegliere i vincitori delle diverse categorie per gli “Atp Awards”, una tradizione si pone l’obiettivo di premiare i giocatori e gli addetti ai lavori che si sono distinti nel corso dell’anno.
In lizza, e non potrebbe essere altrimenti, c’è anche il nome dell’atleta seguito da Piatti, Jannik Sinner, che proverà a contendersi il riconoscimento come lo sportivo che ha compiuto maggiori progressi nel 2020.
L’altoatesino ha vinto il torneo Atp di Sofia a soli 19 anni, un mese fa, diventando così il tennista italiano più giovane ad aver conquistato il titolo nell’era Open.
I suoi concorrenti in questo suffragio sono Ugo Humbert, Andrey Rublev e Diego Schwartzman.
Nella categoria “Stefan Edberg Sportsmanship Award“, quella votata dagli stessi giocatori per chi meglio si è comportato a livello d’impegno, integrità e sportività, figurano Rafael Nadal, John Millman e Diego Schwartzman. Fa discutere l’assenza di Roger Federer.
I vincitori del sondaggio promosso dall’Atp verranno annunciati alla metà di questo mese. Nel dettaglio il tecnico nato a Como nel 1958 (e che ha iniziato ad allenare nel 1978 al circolo Villa d’Este) si contenderà l’ambito premio con gli allenatori di quattro top-10 della classifica mondiale: Gilles Cervara, Juan Ignacio Chela, Nicolas Massu e Fernando Vincente.

Articoli correlati

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.