Attacco esplosivo a gasdotto del Sinai

Non vi sarebbero vittime

(ANSA) – IL CAIRO, 3 FEB – Uomini armati e mascherati hanno fatto saltare in aria un oleodotto sulla penisola del Sinai, in Egitto, secondo quanto riferito da fonti di sicurezza. Nell’attacco, avvenuto nella regione contesa dai ribelli, non ci sarebbero state vittime. Gli aggressori, fuggiti a bordo di un veicolo fuoristrada, hanno piazzato esplosivi a circa 80 km a ovest di Al Arish, la capitale della provincia del Sinai, nel nord-est dell’Egitto, causando una forte esplosione, secondo le stesse fonti. L’attacco non è stato rivendicato e le autorità egiziane non hanno ancora commentato l’accaduto. Secondo alcuni media, il gasdotto potrebbe essere stato preso di mira a causa del progetto recentemente lanciato per pompare gas naturale per la liquefazione dal giacimento offshore israeliano di Leviathan in Egitto. A gennaio, l’Egitto ha iniziato a ricevere gas naturale da Israele per liquefarlo e riesportarlo in Europa, come parte di un accordo tra i due Paesi del valore di 13,3 miliardi di euro.

Articoli correlati

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.