Attentato di Londra, parla il testimone oculare comasco: «È stata una scena allucinante»

Una foto scattata pochi istanti dopo aver visto l’auto dell’attentatore dal bus su cui viaggiava il comasco

«Una scena allucinante. Ho visto il Suv passarci vicino e poi schiantarsi». C’era un testimone oculare comasco nell’inferno vissuto ieri  a Londra, con l’attacco di matrice terroristica al Parlamento di Westminster costato la vita a tre persone. Il testimone si chiama  Angelo Fontana, ha 32 anni  e lavora in un ristorante della city. Ieri pomeriggio era sul pullman diretto verso l’aeroporto, appartenente alla linea National Express, quella che Fontana, originario di Tremezzina, prende di solito quando deve tornare in Italia. «Eravamo a cinquanta metri dal luogo della tragedia. Eravamo in  trenta sul pullman, di tutte le nazionalità – dice il testimone lariano al “Corriere di Como” –  l’automezzo aveva rallentato a causa del traffico e si stava immettendo in una strada secondaria, quando abbiamo visto passare il Suv accanto a noi e poi lo abbiamo visto schiantarsi».

La zona in cui si è fermato il Suv dell’attentatore, fotografata da Angelo Fontana

Il mezzo si è  poi schiantato contro il cancello del Parlamento inglese. L’assalitore è  uscito dalla vettura e ha tentato di fare irruzione nell’edificio,  ha accoltellato un agente vicino all’ingresso del Parlamento ed è stato ucciso dalla polizia. Fontana è stato intervistato insieme con altri testimoni e viaggiatori del pullman dai giornalisti della Bbc e di Odeon Channel. «Subito – ricorda Fontana  – si è scatenato l’inferno, sono accorsi  polizia, ambulanze e  vigili del fuoco. Le forze dell’ordine hanno immediatamente transennato l’area e ci hanno fatti scendere e allontanare in tutta fretta».

Articoli correlati