Cronaca

Atti osceni davanti a mamme e bimbi. Blitz in pieno centro a Cantù

altTra asilo e oratorio
Ieri mattina l’operazione della polizia locale: nei guai un 62enne
Da giorni le mamme dell’asilo e dell’oratorio di San Paolo avevano segnalato preoccupate la presenza di un uomo che, in auto, compiva atti osceni a pochi passi da loro ma anche dai bambini. Per questo la vicenda era stata segnalata con preoccupazione, almeno due settimane fa, alla polizia locale di Cantù. E ieri mattina, i nuclei radiomobile e di polizia giudiziaria della “città del mobile” sono entrati in azione in via Fiammenghini fermando e denunciando il presunto responsabile: si tratta

di un 62enne di Meda che dovrà ora difendersi dalle accuse di atti osceni con l’aggravante di aver commesso il fatto in luoghi abitualmente frequentati da minori con il pericolo che essi vi assistano. Il blitz è scattato alle 7.45 della mattina, quando cioè le mamme iniziano ad arrivare all’asilo a portare i bambini. Gli agenti della polizia locale di Cantù, in borghese, si sono appostati nei punti che i genitori avevano indicato come frequentati dall’uomo attendendo il sopraggiungere del sospettato. L’uomo è poi puntualmente arrivato a bordo della sua auto, iniziando pratiche di autoerotismo a pochi passi sia dall’asilo sia dall’oratorio di San Paolo, in pieno centro città. Il sospettato corrispondeva alla segnalazione – le mamme avevano parlato di un signore di mezza età, descrivendo anche la vettura – ed è poi stato riconosciuto. Immediato è scattato dunque l’intervento degli agenti che hanno bloccato il 62enne di Meda per poi condurlo negli uffici del Comando in via Veneto. L’uomo avrebbe già ammesso tutto senza opporre alcuna resistenza. E avrebbe anche precisato tuttavia che l’attenzione era rivolta alle mamme e non ai bambini. Il fatto è stato segnalato alla procura della Repubblica di Como. Il 62enne, come detto, è stato denunciato a piede libero.

M.Pv.

Nella foto:
I nuclei radiomobile e di polizia giudiziaria della polizia locale di Cantù hanno atteso in borghese l’arrivo del sospettato per poi entrare in azione
14 Maggio 2014

Info Autore

Redazione

Redazione Corriere di Como redazione@corrierecomo.it


Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Archivio
Dicembre: 2018
L M M G V S D
« Nov    
 12
3456789
10111213141516
17181920212223
24252627282930
31  
Numeri utili
NUMERO UNICO DI EMERGENZA
numero 112 lampeggianti
farmacia Farmacie di turno farmacia

ospedale   Ospedali   ospedale

trasporti   Trasporti   trasporti
Colophon

Editoriale S.r.l.
Via Sant’Abbondio 4 – 22100 Como
Tel: 031.33.77.88
Fax: 031.33.77.823
Info:redazione@corrierecomo.it

Corriere di Como
Registrazione Tribunale di Como n. 26/97
ROC 5370

Direttore responsabile: Mario Rapisarda

Font Resize
Contrasto