Atti sessuali con una ragazzina quindicenne. Cinque anni e mezzo di pena per un 32enne
Cronaca

Atti sessuali con una ragazzina quindicenne. Cinque anni e mezzo di pena per un 32enne

Era stato iscritto sul registro degli indagati dopo che – investigando sul suo conto ma per tutt’altro motivo – i carabinieri della Compagnia di Menaggio avevano portato alla luce una relazione clandestina con una 15enne del Porlezzese con cui c’era una relazione parentale acquisita. Una scoperta quasi casuale, visto che i militari lo seguivano per questioni legate alla droga. Poi però emerse quella relazione non consentita con una ragazza minorenne.
Nacque da qui la contestazione di violenza sessuale contenuta nell’ordinanza di custodia cautelare chiesta a febbraio dal sostituto procuratore di Como Valentina Mondovì e accolta dal giudice delle indagini preliminari Maria Luisa Lo Gatto.
Per questi fatti, un 32enne turco residente in un comune affacciato sul Ceresio è finito ieri mattina davanti al giudice dell’udienza preliminare di Como, Carlo Cecchetti, che l’ha condannato con il rito Abbreviato – che comporta lo sconto di un terzo della pena – a 5 anni e 6 mesi di reclusione.
Come detto, l’indagine era nata dopo che i carabinieri, che seguivano il turco per questioni legate allo spaccio di droga, si erano imbattuti in quella relazione con la ragazzina di 15 anni.
Una vicenda che era stata tenuta sotto controllo senza che nessuno se ne accorgesse, tanto da raccogliere riscontri inconfutabili a ciò che prima era solo un sospetto.
Si era quindi giunti all’esecuzione della misura cautelare, senza che ci fosse stata alcuna denuncia da parte della ragazzina o di suoi partenti.
Di fronte al giudice che si era recato al Bassone per interrogarlo, il turco si era avvalso della facoltà di non rispondere.
E ieri, come detto, si è giunti alla condanna in Abbreviato a cinque anni e mezzo di reclusione. L’accusa è stata ovviamente quella relativa agli atti sessuali continuati con una minorenne non ancora 16enne.
Il 32enne turco non è nuovo a problemi con la Giustizia: lo scorso 7 dicembre 2017 era stato arrestato, sempre dai carabinieri di Menaggio e in flagranza di reato, per spaccio di sostanze stupefacenti.

29 Set 2018

Info Autore

Redazione

Redazione Corriere di Como redazione@corrierecomo.it


Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Archivio
Dic: 2018
L M M G V S D
« Nov    
 12
3456789
10111213141516
17181920212223
24252627282930
31  
Numeri utili
NUMERO UNICO DI EMERGENZA
numero 112 lampeggianti
farmacia Farmacie di turno farmacia

ospedale   Ospedali   ospedale

trasporti   Trasporti   trasporti
Colophon

Editoriale S.r.l.
Via Sant’Abbondio 4 – 22100 Como
Tel: 031.33.77.88
Fax: 031.33.77.823
Info:redazione@corrierecomo.it

Corriere di Como
Registrazione Tribunale di Como n. 26/97
ROC 5370

Direttore responsabile: Mario Rapisarda

Font Resize
Contrasto