Aumenti a tutti ma non ai frontalieri

Il caso – La replica: «Non c’è discriminazione. Semplicemente, possono già godere di un ottimo cambio euro-franco»
È polemica sull’imprenditore ticinese che ha bloccato le buste paga degli italiani
È polemica sull’imprenditore ticinese che ha deciso di concedere aumenti a tutti i suoi dipendenti, eccezion fatta per i frontalieri, aumentando così quella sgradevole sensazione di avversione nei confronti degli italiani, di cui molto si parla in questi giorni. La replica è secca: «Non c’è alcuna discriminazione», dice Michele Barra. «Semplicemente, ho deciso di dare l’aumento soltanto ai domiciliati in Svizzera perché i frontalieri possono già godere di un ottimo cambio euro-franco».
Leggi l’articolo di D’Angiò in PRIMO PIANO

Articoli correlati

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.