Australia: morto sub attaccato da uno squalo

Pescava in apnea al largo della costa orientale

(ANSA) – BRISBANE, 04 LUG – Un uomo è morto in Australia dopo essere stato attaccato da uno squalo mentre pescava in apnea al largo della costa orientale. Lo ha riferito la polizia. Il 36enne è stato morso ad una gamba nelle acque antistanti Fraser Island, nota località turistica a circa 400 chilometri a nord di Brisbane. Un’infermiera e un medico hanno tentato di soccorrere l’uomo a terra ancor prima che arrivasse l’ambulanza, ma è morto sul posto per le ferite riportate. È il quarto attacco mortale di uno squalo registrato quest’anno. L’esperto Daryl McPhee, professore associato di scienze ambientali alla Bond University, ha dichiarato al Mail Courier che Fraser Island è un "luogo chiave di riproduzione per i pesci migratori" che attirano gli squali. "Non è quindi una sorpresa che qualcuno sia stato aggredito – ha aggiunto – ma sorprende piuttosto che ci sia qualcuno che vi si immerga". Il mese scorso un surfista di 60 anni è morto dopo essere stato sbranato da uno squalo di tre metri (quasi 10 piedi) a sud di Brisbane. L’Australia ha una delle più alte incidenze al mondo di attacchi di squali, ma i decessi rimangono rari. (ANSA).

Articoli correlati

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.