Autista di Asf aggredito a colpi di forbici da un passeggero

BusOspedale

Davanti al Sant’Anna
Fermato l’aggressore: si tratta di un 48enne ora piantonato in Psichiatria
(f.bar.) Autista di Asf aggredito con una forbiciata a un braccio. È accaduto ieri mattina, poco dopo le 10, alla fermata dalle linea “1”, fuori dall’ospedale Sant’Anna (nella foto). 

Sul mezzo pubblico in partenza è salito un uomo – 48 anni e già noto alle forze dell’ordine – che senza un apparente motivo ha cominciato a inveire pesantemente contro tutti i presenti. 

Dopo la sorpresa iniziale, l’autista ha cercato dapprima di calmare lo scomodo passeggero. 
Gli ha inizialmente chiesto di esibire il biglietto, ma per tutta risposta ha ricevuto un pugno. L’aggressore ha poi estratto anche un paio di forbici e ha colpito il conducente a un braccio. Nell’autobus si è subito scatenata la confusione più totale. 
È stata chiamata la guardia giurata dell’ospedale ma l’assalitore è riuscito in qualche modo a dileguarsi. 
L’autista, di 56 anni, è immediatamente stato ricoverato al Sant’Anna. 
Curato, è stato dimesso in serata con una prognosi di 10 giorni. Sono ovviamente subito stati avvisati i carabinieri di Como che hanno immediatamente cominciato le ricerche dell’aggressore. 
L’uomo è poi stato fermato in via Varesina, non lontano dall’ospedale di San Fermo della Battaglia. 
Le accuse parlano di oltraggio, resistenza, violenza, lesioni a pubblico ufficiale, ma anche di minacce e danneggiamento. 
Il 48enne, sottoposto a Tso (Trattamento sanitario obbligatorio), è stato trattenuto e piantonato nel reparto di Psichiatria proprio dell’ospedale Sant’Anna.

Articoli correlati

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.