Autisti Asf malmenati, condannati i quattro aggressori

Il ministro Matteo Salvini a Como per la vicenda dei due autisti aggrediti

Si è concluso con quattro condanne il processo per l’aggressione agli autisti di autobus avvenuta lo scorso 5 giugno a Como.
L’episodio si era verificato in piazza Vittoria dove un gruppo di richiedenti asilo africani aveva provato a salire sul bus senza biglietto ed era stato bloccato dal conducente.
Questi aveva denunciato di essere stato aggredito e, con lui, anche il collega intervenuto in suo aiuto.
Entrambi avevano riportato ferite non gravi.
La vicenda aveva richiamato a Como anche il ministro dell’Interno Matteo Salvini per un vertice in Prefettura. Ieri, tre dei quattro migranti sono stati riconosciuti colpevoli dei reati di interruzione di pubblico servizio, lesioni e resistenza e condannati, con rito ordinario, a un anno e nove mesi di detenzione, contro i due anni e sei mesi chiesti dalla Procura. Il quarto, già noto alla giustizia, è stato processato con rito abbreviato e ha avuto lo sconto di un terzo della pena: resterà in carcere per un anno e due mesi. Il Tribunale non ha concesso la sospensione condizionale, i quattro resteranno quindi in cella.

Articoli correlati

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.