Auto rubata e data alle fiamme. I piromani sorpresi dai carabinieri

IN MANETTE ANCHE UN 39ENNE DI CANZO
(m.pv.) Hanno voluto provare l’ebbrezza del vedere da vicino le fiamme dell’auto che avevano deciso di incendiare. Con loro anche un cane, che è poi stato riconosciuto dai testimoni. Così, la troppa curiosità, è finita con il costare caro a due 39enni – il primo di Canzo, il secondo di Castelmarte – ora accusati di ricettazione e danneggiamento in seguito ad incendio.

I due sono stati arrestati. L’episodio è andato in scena nella tarda mattinata di martedì a Costa Masnaga. In fiamme una Opel Corsa, rubata solo un paio di giorni prima a un pensionato di Canzo. Sul posto sono arrivati i vigili del fuoco e i carabinieri del paese che hanno iniziato le indagini. E i primi testimoni hanno raccontato di due uomini sospetti nei pressi dell’auto poco prima dell’incendio, che tenevano con loro un cane. Gli stessi che i militari hanno sorpreso sempre in zona, nei pressi dell’auto distrutta dal rogo. Portati in caserma, i due avrebbero poi confessato.

Articoli correlati

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.