Auto sospetta, furti sventati a Cernobbio

alt

Servizio di controllo dei carabinieri

Furto sventato dai carabinieri di Cernobbio, impegnati in un servizio di perlustrazione per la prevenzione proprio dei colpi in appartamento.
Nella serata di martedì, i militari dell’Arma hanno fermato una vettura sospetta sulla quale viaggiavano due uomini piemontesi residenti in un campo nomadi e già noti alle forze dell’ordine.
I carabinieri hanno intercettato la Fiat 500 in via Privata Colorina attorno alle 19. La vettura si muoveva in modo sospetto ed è stato deciso di procedere

con un controllo.
I due uomini, un 43enne di Ivrea e un 20enne di Torino, ufficialmente residenti nelle province di Vercelli e Asti ma di fatto domiciliati in un campo nomadi, sono stati trovati in possesso di due ricetrasmittenti e senza alcun telefono cellulare.
Già noti alle forze dell’ordine, come detto, i due sono stati accompagnati al comando provinciale dei carabinieri di Como. I militari hanno poi chiesto il foglio di via obbligatorio per i piemontesi. Secondo quanto accertato dagli inquirenti, con ogni probabilità i due individui erano pronti a commettere uno, o più furti, negli appartamenti della zona di Cernobbio dove sono stati fermati.
I carabinieri e le forze dell’ordine hanno rafforzato gli interventi di controllo e presidio del territorio proprio per prevenire i furti nelle abitazioni. Negli ultimi mesi, in molte zone del territorio comasco sono state denunciate impennate di incursioni. Anche da molti amministratori locali è arrivata dunque una richiesta di un maggiore presidio.

Nella foto:
Una pattuglia dei carabinieri impegnata in un servizio di controllo del territorio lariano

Articoli correlati

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.