Auto in via Milano alta, i verdi non ci stanno

Il traffico in via Milano Alta

L'accesso a via Milano alta a Como L’accesso a via Milano alta a Como

Auto di nuovo in via Milano Alta a Como? La proposta del sindaco Mario Landriscina lanciata martedì durante il filo diretto con i cittadini a Espansione Tv non piace all’assessore alla Mobilità della precedente giunta Lucini, l’architetto Daniela Gerosa.

«Tornare al passato si può fare, come sperimentazione – dice – Ma va risolto un nodo strutturale, l’incrocio dei flussi di traffico il cui nodo è il semaforo di via Grandi. Senza risolvere quello, riaprire via Milano non sposta di una virgola il problema».

Un palliativo, quindi. «Anzi, si rischia di danneggiare anche il trasporto pubblico che ha guadagnato qualche minuto con l’assetto attuale di via Milano chiusa alle auto dalle 7 alle 9. Se riaprissimo l’arteria avremmo solo più auto in colonna. Servirebbe una rotatoria in via Grandi: è prevista nel piano del traffico, ma non si è fatta per il costo eccessivo, qualche milione di euro. Spesso ci si occupa di un singolo tratto di strada, ma la mobilità va sempre analizzata allargando lo sguardo al quadro d’insieme».

Furente poi sull’argomento è  Elisabetta Patelli, portavoce dei Verdi comaschi: «Esattamente un anno fa – ha scritto in un comunicato – si discuteva di estendere il divieto di accesso anche ad altre fasce orarie , consentendo solo accesso ai bus e progetti di mobilità sostenibile come il studentesco, per giunta con il parere favorevole dei commercianti. Ora a un anno esatto di distanza, arriva Landriscina che si muove come un elefante nella cristalleria. La riapertura della via Milano non solo è una soluzione sciocca ad un problema gravissimo, la mobilità al collasso e l’inquinamento alle stelle, ma condanna la Milano alta diventare un mero canale di auto in coda».

Articoli correlati

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.